Hai un vecchio mobiletto dimenticato nel ripostiglio senza sapere cosa farne? Ecco un tutorial passo dopo passo per trasformare un mobile vecchio in una cucina giocattolo. Il risultato ti sorprenderà!

Basta essere un appassionato di bricolage per poter dare una seconda vita ad un vecchio mobiletto. Anche se in cattivo stato, è possibile rinnovarlo completamente e dargli una seconda opportunità. Per convincerti, dai un’occhiata a come abbiamo trasformato questo vecchio mobile pronto per la demolizione in una cucina giocattolo per i piccoli di casa.

Attrezzi e materiale

Per trasformare un mobiletto in una cucina giocattolo ti serviranno:

Costo, durata e difficoltà

Se già possiedi gli attrezzi necessari, il costo approssimativo dei materiali impiegati in questo progetto è inferiore a 60 .

Avrai bisogno di almeno una giornata per mettere in atto questa trasformazione, dato che prevede diverse attività. Per questo motivo, il progetto ha un livello di difficoltà medio, e lo consigliamo a coloro che hanno già avuto in precedenza esperienze di bricolage ed hanno acquisito una certa manualità.

Cucina giocattolo per bambini passo dopo passo

Per realizzare questa cucina giocattolo abbiamo riciclato un vecchio mobiletto. Le misure e i materiali impiegati nel progetto si adattano alle caratteristiche del mobile. Per la realizzazione di una cucina similare, ecco a continuazione i passaggi da seguire.

1º.- Controllare lo stato del mobile

Quando si tratta di dare una seconda vita ad un mobile da demolire, come prima cosa bisogna controllarne lo stato, per riparare e sostituire i pezzi che si sono deteriorati.

Nel nostro caso, questi sono gli interventi effettuati:

  • Smontato le gambe per diminuire l’altezza e adattarla alla statura di un bambino.
  • Eliminato il fondo e altri pezzi in cattivo stato come le cerniere ossidate.
  • Abbiamo sostituito i pezzi mancanti, come i pomelli.
  • Pulizia a fondo con alcool per eliminare sporco, polvere, resti di adesivo, …

2º.- Levigare la superficie

Successivamente, levighiamo tutta la superficie con una levigatrice manuale. Nelle zone difficili da raggiungere, possiamo aiutarci con uno strumento multifunzione.

Levigando riusciremo a livellare la superficie e a migliorarne l’aderenza prima di andare ad applicare il colore.

3º.- Impregnante e pittura

Il passaggio successivo consiste nell’applicare l’impregnante e pitturare il mobile. Nel caso di mobili con fregi e decori, la soluzione più veloce e facile è la scelta di pittura spray.

Dopo aver applicato l’impregnante e atteso il tempo suggerito dal fabbricante, potremo procedere e pitturare il mobile. Abbiamo scelto un colore azzurro per la base e bianco per il piano di lavoro. Inoltre, abbiamo pitturato il fondo con pittura per lavagna di color nero.

Una volta asciutta, potremo fissare la parte posteriore del mobile, aiutandoci con la chiodatrice elettrica.

4º.- Realizzare il piano di lavoro della cucina

Per trasformare la parte superiore del mobile in un piano di lavoro da cucina, abbiamo seguito questi passaggi:

  1. Segnare la superficie da tagliare per incassare il vassoio in acciaio che sarà il nostro lavello.
  2. Tagliare il piano con l’apposito accessorio dello strumento multifunzione.
  3. Realizzare un foro con il trapano per inserire il tubo del rubinetto.
  4. Costruire il piano in vetroceramica con un pannello di MDF con misura 270x270x3 mm. Lo pitturiamo di nero e applichiamo dei fornelli fatti con dell’adesivo plastico di colore rosso.
  5. Per dare al piano di lavoro un aspetto “stile granito” facciamo alcuni spruzzi di pittura in spray di colore grigio e nero.
  6. Fissiamo il lavello, il piano di vetroceramica e un listello di legno con misura 900x470x9 mm come base utilizzando del nastro adesivo.

5º.- Fare la porta del forno

Per realizzare la porta del forno abbiamo usato un pannello di metacrilato e dei listelli in legno. Come prima cosa, tagliamo il pannello di metacrilato per adattarlo alla misura della porta (35×24 cm).

Successivamente tagliamo due listelli di 36 cm di lunghezza e altri due di 11,5 cm. Li coloriamo di nero e li fissiamo al pannello di metacrilato utilizzando del nastro adesivo.

Infine, posizioniamo la maniglia e un paio di cerniere per fissare la porta al mobile. Collochiamo anche i tre pomoli nel cassetto superiore per simulare le manopole del forno.

6º.- Posizionare la porta sotto il lavello

Come ultimo passaggio, posizioniamo la porta sotto il lavello. Abbiamo sostituito le cerniere originali in quanto ossidate, le nuove sono leggermente più grandi, per questo abbiamo ampliato la fenditura laterale con l’aiuto dello strumento multifunzione. Una volta sistemata, avvitiamo la cerniera alla porta e alla struttura del mobile..

Dopo aver seguito tutti i passaggi, questo è il risultato finale del nostro vecchio mobiletto. Sorprendente, vero?

Questa cucina giocattolo è rifinita in ogni dettaglio, i bambini potranno giocare passando diversi pomeriggi preparando ricette o scrivendo sulla lavagna.

Cosa ne pensi di questa trasformazione di un mobile pronto per la demolizione in una cucina giocattolo? Grazie al fai da te è sempre possibile dare una seconda vita ai tuoi vecchi mobili!!

 

Leave a Reply