Condividi:

Chi non ha le mensole in casa? Sono forse l’elemento di arredo che hanno tutti, anche chi non ha nemmeno le sedie per sedersi.

Sono facili da reperire, costano poco, si adattano praticamente a tutti gli spazi esistenti e permettono di risolvere ogni angolo un po’ angusto in cui la progettazione di un arredo su misura sarebbe un po’ dispendiosa.

Con una mensola puoi avere dello spazio per riporre ma senza l’obbligo di costruire un armadio vero e proprio. Certo però che le devi tenere un minimo in ordine, altrimenti poi invece che aiutarti faranno sembrare la casa ancora più caotica.

Con questo post ti sveliamo 7 trucchi per tenere in ordine le mensole affinché abbiano sempre un look perfetto in poco tempo.

Arredare le mensole: i pezzi must have per non sbagliare

Va da sé che ci sono dei pezzi che si prestano meglio a questo scopo rispetto ad altri. I libri ad esempio non sarebbero nemmeno da nominare, perché d’obbligo occupano il primo posto della classifica.

A te scegliere se usarli con la copertina cartacea o meno, se prenderli nei mercatini dell’usato in base al colore della copertina o comprarli in base ai tuoi gusti letterari. Quello che conta è che contribuiscano con il loro spessore e colore a dare vita alle tue mensole.

Gli altri pezzi fondamentali per uno styling da manuale sono:

  • le piante vere o artificiali.
  • i quadri e le stampe
  • vasi e ciotole
  • scatole
  • oggetti decorativi
  • candele

Un mix di questi oggetti in forme, colori e dimensioni differenti ti permetterà di creare strati e sovrapposizioni che daranno movimento alle tue mensole.

Giocare con la verticalità e l’orizzontalità degli oggetti

Un consiglio che mi sento di darti è quello di disporre gli oggetti sulle mensole per tipologie.
Ad esempio, comincia con i libri. Pensa bene al modo in cui vuoi ordinarli: per indice alfabetico? Per argomento? Per colore?

Una volta presa questa decisione, non disporre i libri solo in verticale. Anche perché in questo modo ti priverai della possibilità di giocare con tutti gli altri accessori che hai. Disponi tre libri in verticale e altri tre ad esempio in orizzontale sulla mensola sotto.

Distribuisci i carichi orizzontali e verticali sui vari ripiani di modo che siano equilibrati e che ti permettano di poter inserire altri elementi al di sopra o di fianco. A fianco dei libri in verticale potresti mettere un bell’oggetto decorativo piccolo e tondo, che spezzi la linea lunga dei libri.

Ricorda sempre di variare le altezze e non mettere a fianco tra loro oggetti che hanno la stessa dimensione.

Sui libri posti in orizzontale invece potresti posizionare una piccola pianta o qualche piccolo oggetto decorativo che riempia il vuoto che si crea, soprattutto se di fianco ai libri in orizzontale andrai a mettere un vaso in verticale.

Una volta che hai esaurito tutti gli oggetti di un certo tipo procedi con quelli di un’altra tipologia. Se passi ad una categoria di oggetti solo verticali come i vasi, riempi tutti i buchi lasciati dalle precedenti disposizioni (di fianco a libri in orizzontale, di fianco a ciotole, di fianco a piccoli oggetti…)

Tenere in ordine le mensole con la regola del triangolo

La regola del triangolo? Non me la sono inventata, è una regola stilistica vera che aiuta molto quando si tratta di dare coerenza a librerie e mensole. Se, ad esempio, hai molti oggetti simili tra loro, può essere fastidioso vederli raggruppati vicini.

Crea una sensazione di caos e di oggetti messi un po’ a caso. Prova invece a disporli sulle tue mensole come se fossero ai vertici di un triangolo. Creerai un pattern di oggetti simili, su cui l’occhio vagherà con calma cercando somiglianze.

Raggruppare sempre in numeri dispari e mai dimenticarsi di piante e arte

Il vero segreto di ogni homestyler? Raggruppare gli oggetti in numeri dispari.
Ma non solo: devono anche essere oggetti con dimensioni e forme differenti, cioè decrescenti. Si deve sempre intuire movimento quando si crea un gruppo di oggetti destinato ad occupare una mensola o una libreria.

Ci deve essere un elemento di interesse per l’occhio, altrimenti dopo un secondo netto quel punto sarà considerato noioso. Gioca anche con i colori e con le texture, con i materiali. Liscio e goffrato, lucente e polveroso. Nulla è più interessante di trame e pattern che dialogano tra loro.

Ma anche i quadri e le stampe sono fondamentali. Sceglili delle dimensioni e dei soggetti che meglio si adattano allo stile di casa tua, di modo che contribuiscano a dare quel tocco in più all’insieme.

Potresti sceglierne uno di quelli di tendenza ora, in 3d: in questo modo potresti anche giocare con le sovrapposizioni di oggetti creando profondità sulla mensola e facendo sembrare più ampia la parete.

Il tocco finale lo daranno le piante: piccoli accenti verdi da inserire qui e là nei buchi che rimarranno alla fine della tua disposizione.

Ora sei pronta per decorare

Come hai visto non serve molto per tenere in ordine le mensole e trasformare una qualsiasi mensola che hai in casa: devi solo raggruppare un po’ di oggetti per colore, tipologia e dimensioni e comprare quelli che ti mancano per finire il tuo styling.

Applica le nostre regole e vedrai come cambieranno faccia le tue mensole! Siamo curiosi di conoscere i risultati!

E se hai voglia di inserire mensole nel tuo arredamento SCOPRI COME REALIZZARE UNA MENSOLA FAI DA TE!

Valentina Di Roma – Associazione Nazionale Home Personal Shopper

Condividi:
Autore

Rispondi