Tag

talee

Browsing

I potos, pothos o potus (Epipremnum aureum) sono piante rampicanti della famiglia delle Araceae che richiedono poca cura. Anche se spesso sono coltivate come piante pendenti, nel suo habitat naturale utilizzano le loro radici aeree per attaccarsi ai tronchi degli alberi, vediamo insieme come coltivare il Potos. Come coltivare il Potos I potos sono piante a crescita abbastanza rapida, possono formare steli molto lunghi. Durante la primavera gradiscono una sfoltita: li obbligherà a formare nuovi steli e avremo una pianta più folta. Per il potos si utilizza una tecnica di potatura che consiste nel tagliare le estremità dei rami della pianta (o dei più lunghi, in questo caso). In questo modo fermiamo la sua crescita in questa zona ma, allo stesso tempo, porteremo alla crescita di nuovi steli o germogli che renderanno il suo aspetto più pieno. Possiamo poi approfittare di questo taglio primaverile per ottenere nuove piante, come vedremo…

La maggior parte delle piante può riprodursi in due modi: con semi o talee. La talea ci permette di ottenere una pianta identica a quella da cui ha avuto origine e questo mi è sempre sembrato magico, una delle esperienze meravigliose che ci offre il giardinaggio. Vediamo insieme come riprodurre le piante tramite talee. La riproduzione vegetativa delle piante Le piante di Potos si riproducono velocemente coprendo di terra lo stelo in orizzontale. Le radici appariranno dai piccoli rigonfiamenti che vediamo sullo stelo. Siamo abituati a trattare e maneggiare le nostre piante con estrema delicatezza, temendo di provocare loro danni, ma sono in realtà più resistenti di quanto pensiamo. Quali altri esseri sono infatti in grado di riprodursi a partire da loro stessi? Si possono riprodurre molte delle piante che formano semi anche a partire da uno stelo, un ramoscello, un bulbo o da una radice. È quanto indichiamo come…