Tag

piante da interno

Browsing

In questa fine estate, ricreare ambienti freschi, ecologici e naturali nella propria casa, può incentivare benessere personale e una ripresa del lavoro senza stress.L’importanza di avere una bassa impronta ecologica è diventato fondamentale. Occorre quindi cercare di portare anche nella propria abitazione, degli ambienti ecologici che possano essere rispettosi dell’ambiente e piacevoli da vivere, proprio come stare in un indoor garden tutto l’anno!In commercio si trovano ormai molte soluzioni a basso impatto. In primo luogo le aziende si stanno impegnando ad utilizzare fonti rinnovabili nel processo di produzione, altre volte la scelta dei materiali è fondamentale, come per le plastiche riciclate, per i polimeri biodegradabili, o ancora per legnami come il bambù. Quest’ultimo sta prendendo largo spazio perché molto più sostenibile rispetto ad altre specie di piante, in 5 anni fornisce la stessa quantità di legname che querce di rovere produrrebbero in 80. Vediamo insieme come rinnovare le stanze ad…

Il Ficus lyrata è una pianta d’appartamento tra le più fotografate sui social network. Facile da coltivare, le sue grandi foglie daranno al tuo salotto il tocco verde che desideri. Vediamo insieme le sue particolarità per prendersi cura del Ficus Lyrata e godere della sua bellezza a lungo. Come prendersi cura del Ficus lyrata Luce e temperatura Il Ficus lyrata è una pianta originaria dell’Africa, proprio come gli altri ficus può essere coltivata in esterni. Ovviamente necessita di un clima mite, in cui le temperature non scendano sotto i 15ºC, anche se gli esemplari adulti e ben adattati possono occasionalmente resistere a temperature leggermente inferiori. Come pianta da interni sarà in grado di adattarsi senza problemi alle normali temperature delle nostre abitazioni. Ha bisogno di buona illuminazione, senza sole diretto, trova quindi lo spazio più luminoso disponibile in casa. Terriccio e trapianto Como vedremo in seguito, il Ficus lyrata non…

È utile, oltre che interessante, conoscere quali piante possono essere benefiche e utili per gli animali domestici, oltre a sapere quali possono invece risultare dannose o pericolose. Alcune piante possono essere incluse nella loro dieta, altre possono essere utilizzate come rimedi naturali oppure per la decorazione di interni ed esterni senza timori in caso siano mordicchiate dai nostri amici a quattro zampe. Piante pet friendly Quando si amano le piante e si hanno animali in casa, una preoccupazione diffusa riguarda gli eventuali problemi in caso di ingestione. Si tende però a dimenticare che ci sono anche piante che possono apportare benefici, sia come parte della loro alimentazione o come rimedio casalingo e medicinale in caso di alcuni problemi comuni. Vediamo di seguito alcune tra le piante pet friendly più diffuse, da poter coltivare e includere nell’alimentazione dei tuoi animali domestici: Erbe per gatti: l’erba gatta (chiamata anche Catnip o con…

I potos, pothos o potus (Epipremnum aureum) sono piante rampicanti della famiglia delle Araceae che richiedono poca cura. Anche se spesso sono coltivate come piante pendenti, nel suo habitat naturale utilizzano le loro radici aeree per attaccarsi ai tronchi degli alberi, vediamo insieme come coltivare il Potos. Come coltivare il Potos I potos sono piante a crescita abbastanza rapida, possono formare steli molto lunghi. Durante la primavera gradiscono una sfoltita: li obbligherà a formare nuovi steli e avremo una pianta più folta. Per il potos si utilizza una tecnica di potatura che consiste nel tagliare le estremità dei rami della pianta (o dei più lunghi, in questo caso). In questo modo fermiamo la sua crescita in questa zona ma, allo stesso tempo, porteremo alla crescita di nuovi steli o germogli che renderanno il suo aspetto più pieno. Possiamo poi approfittare di questo taglio primaverile per ottenere nuove piante, come vedremo…

Il Senecio rowleyanus è una pianta grassa conosciuta come Pianta del Rosario, Senecio a Collana oppure come String of Pearls, in inglese. Il suo peggior nemico è l’eccesso di acqua: le sue foglie con forma sferica fungono da riserva, rendendola la pianta ideale per i distratti, vediamo quindi insieme come coltivare la Pianta del Rosario. Come coltivare la pianta del Rosario È possibile coltivare la pianta del rosario all’aperto, evitando sempre le basse temperature e troppe ore di sole diretto che potrebbero seccarla. Questa varietà di Senecio forma dei lunghi steli pendenti, pieni di sfere che le danno un aspetto particolare. Cresce rapidamente, si riproduce facilmente per talea e può essere coltivata sia all’interno che all’esterno, purché non faccia troppo freddo durante l’inverno. Luce e temperatura La pianta del Rosario preferisce posizioni luminose, con alcune ore di sole diretto al mattino. Durante l’estate, troppo sole può seccarla completamente, quindi scegli…