Condividi:

Scrittoio a ribalta fai da te

Hai bisogno di una scrivania ma non vuoi giocare al Tetris per farla entrare nella stanza? Senza ombra di dubbio i mobili a ribalta o a scomparsa sono la miglior soluzione per sfruttare al meglio gli spazi piccoli. Questo tutorial ti mostrerà come fare uno scrittoio a ribalta fai da te passo dopo passo.

Se ti serve uno scrittoio, ma non hai lo spazio sufficiente per metterla nella stanza o nel salone, questo è il progetto che fa per te. Imparerai come fare una scrivania a ribalta con uno spazio per riporre i tuoi oggetti, molto decorativa anche quando è chiusa e ripiegata.

Attrezzi e materiali

Per realizzare questo pratico scrittoio avrai bisogno di questi attrezzi:

Avrai bisogno inoltre di questi materiali:

Costo, durata e difficoltà

Il costo approssimativo dei materiali è  inferiore a 70 €.

Questo è un progetto fai da te adatto a tutti coloro che hanno già avuto alcune esperienze di bricolage e vogliono approfondire e sperimentare nuove abilità. Per la sua realizzazione avrai bisogno di una giornata o di un giorno di lavoro, nonostante dipenda dal tuo livello di abilità e pratica.

Misure e piano

Questa scrivania si compone di una struttura e un pannello a ribalta che funge da piano scrittorio. Sul lato esterno del pannello c’è una cornice formata da due gambe a scomparsa e due laterali fissi. Nell’immagine a continuazione potrai vedere le misure di ogni pezzo utilizzato in questo progetto.  

Scrittoio fai da te passo dopo passo

Il vantaggio principale di questa scrivania a ribalta è che ripiegata fuoriesce di soli 20 cm dalla parete, potrai quindi disporre di un’area di lavoro personale anche in spazi ridotti. Per creare la tua devi seguire i seguenti passi.

1º.- Tagliare i pezzi

Come prima cosa, taglia i pezzi della struttura e del ripiano con la sega circolare. Per farlo, colloca il pannello di legno su un tavolo di lavoro e fissalo con i morsetti. Puoi seguire le misure indicate anteriormente o adattarle alle tue necessità.

Per le gambe e i pezzi laterali, usa la troncatrice per fare in modo che i pezzi abbiano lo stesso spessore. Essendo abbastanza strette (7 cm),  sarà molto più semplice che con la sega circolare.

2º.- Montare la struttura

Il passo successivo consiste nell’assemblare la struttura dello scrittoio. Utilizza le squadre di fissaggio per unire il pezzo superiore e inferiore di misura 80×20 cm, con i due laterali di 36,4×20 cm. Infine, colloca internamente l’asse di 76,4×16 cm come mensola. In questo modo, la struttura sarà anche più stabile.

3º.- Pitturare la struttura e il pannello

Adesso, pittura tutti i pezzi. Nel nostro caso abbiamo pitturato la struttura e il pannello con pittura acrilica spray di colore bianco satinato. Per la cornice formata dalle gambe abbiamo scelto una vernice per legno color rovere che mette in risalto la venatura del legno. In più, la combinazione di pittura e vernice conferisce un contrasto decorativo.

4º.- Montare le gambe

Una volta asciugate la pittura e la vernice, monteremo le gambe sul pannello che utilizzeremo come ribalta. Per farlo, iniziamo fissando i due pezzi laterali di 26×7 cm come segue:

  • Entrambi i pezzi sono a 2cm di distanza dal bordo laterale della struttura.
  • Il pezzo a sinistra è a 10 cm dal bordo superiore e a 3 cm da quello inferiore.
  • Quello a destra invece è a misure invertite, quindi a 3 cm dal bordo superiore e a 10 da quello inferiore.

Ogni gamba sarà poi posizionata nel rispettivo lato, mantenendo una distanza dal bordo di 2 cm, e si fisserà tramite cerniere.

Quando si fissano i pezzi, tenete presente che devono coincidere precisamente così, quando la ribalta sarà ripiegata e chiusa, le gambe si manterranno in posizione grazie alla pressione esercitata dai pezzi laterali.

5º.- Decorare la ribalta

Per decorare quella che è la parte esterna della ribalta, abbiamo utilizzato dei fazzolettini di carta e la tecnica del decoupage. In questo modo, quando lo scrittoio è chiuso ha comunque una funzione decorativa, dato che sembra un quadro.

6º.- Montare la ribalta

Il passo successivo è quello di avvitare le cerniere della ribalta e il gancio di chiusura per fare in modo che la ribalta si mantenga chiusa in posizione verticale. Posiziona una cerniera in ogni estremo, mentre il gancio va nella zona centrale.

Scrittoio a ribalta fai da te

7º.- Fissare alla parete

Infine, fissare la struttura alla parete con l’aiuto delle squadre di fissaggio. Prima di forare la parete, verificate in anticipo che le gambe raggiungano correttamente il pavimento una volta aperte. Aiutatevi con un cavalletto regolabile in altezza su cui appoggiare la struttura per poterla fissare più facilmente.

3 in 1: scrivania, mobile e quadro decorativo!

Nel nostro caso volevamo posizionare lo scrittoio a ribalta sotto una finestra, in modo da ricevere luce naturale. Per questo motivo è stata disposta orizzontalmente, anche se si può collocare verticalmente, a seconda della necessità.

Abbiamo scelto il colore bianco, come la parete, per renderla più uniforme e visualmente integrata nell’ambiente. Le gambe in legno e la decorazione esterna formano poi un quadro quando la ribalta è chiusa e ripiegata.

Scrittoio a ribalta fai da te

Una volta aperta la ribalta e disposte le gambe, lo scrittoio ha al suo interno un pratico spazio per conservare oggetti e attrezzi. Infatti, la sua dimensione, lo rendono idoneo per realizzare lavoretti o come scrivania per lo studio o il lavoro.

Scrittoio a ribalta fai da te

Cosa ne pensi del nostro scrittoio a ribalta fai da te? È senza dubbio una soluzione pratica ed economica per i tuoi problemi di spazio, adesso devi solo metterti all’opera!

Condividi:

Rispondi