Condividi:

Realizzando questo scaldabagno solare fai da te, potrai riscaldare la tua piscina per approfittarne più a lungo!
Esistono diverse soluzioni che ti consentono di guadagnare gradi preziosi ma uno dei metodi più economici consiste nello sfruttamento di un’energia completamente gratuita e non inquinante, una sorta di regalo caduto dal cielo: l’energia solare!
Ecco una buona notizia: puoi realizzare un tuo scaldabagno solare fai da te utilizzando dei materiali semplici da reperire e senza metter mano (troppo) al portafoglio!

Materiale per realizzare uno scaldabagno solare fai da te

Per realizzare lo scaldabagno solare, ti occorreranno:

  • un pannello di legno da 1×1 m (nel nostro caso abbiamo scelto due pannelli OSB idrofughi e assemblati insieme, ma puoi scegliere altri materiali o riciclare il legno dei pallet per realizzare la base dello scaldabagno solare)
  • 50 m di tubo (nel nostro caso abbiamo utilizzato un tubo PEX rosso da 16 mm in grado di limitare la dilatazione al passaggio di acqua calda, ma sono indicati anche dei tubi di irrigazione in polietilene non poroso da 16 mm)
  • due raccordi a gomito adatti per il tubo (non necessari se utilizzi dei tubi in PE)
  • due raccordi per collegare lo scaldabagno solare al tubo della piscina
  • pittura da esterno color nero opaco (nel nostro caso in aerosol)
  • 8 viti a occhiello con testa da 10 mm
  • 4 listelli rotondi in faggio da 10 mm x 60 cm di lunghezza (in alternativa, utilizza dei tubi IRL)
  • 4 listelli in legno autoclave 60 x 40 mm: due da 1 m e due da 0,92 m
  • una piastra di policarbonato da 1 m x 1 m
  • viti in acciaio inox 70 mm e 40 mm, e rondelle
  • 2 squadre di fissaggio a 45°
  • 2 listelli per i piedini

e i seguenti attrezzi:

Come realizzare uno scaldabagno per piscina?

Fase 1: preparare la base del pannello

Traccia le diagonali sulla base di legno. Fai un segno con una matita a 23 cm dagli angoli e a 23 cm dal centro. Avvita in questo punto le viti a occhiello. Fai passare i listelli rotondi in faggio all’interno degli occhielli. Serviranno per mantenere fermo in posizione il tubo man mano che poi viene srotolato.

Fase 2: arrotolare il tubo

Arrotola il tubo a spirale lasciando libero un margine di circa 1 metro alle estremità. Parti dal centro senza forzare la piegatura. Il tubo deve passare sotto ai listelli rotondi. Fai scorrere il listello negli occhielli per liberare lo spazio, posiziona il tubo e poi rimetti in posizione il listello.
Procedi in questo modo fino alla fine del tubo, sempre lasciando libero un 1 metro di tubo per i raccordi.

In questa fase, può essere utili l’aiuto di una seconda persona.

Noi abbiamo inserito un pezzo di nastro adesivo per non far muovere il tubo.

Fase 3: completare i lati del pannello

Fissa dei listelli attorno ai lati esterni del pannello con l’aiuto delle viti in acciaio inox. Realizza due fori con la sega a tazza in uno degli angoli per far passare i tubi all’indietro, senza farli piegare. Usa i raccordi a gomito per evitare che il tubo si rompa.

Scaldabagno solare fai da te

Fase 4: dipingere di nero il lato interno del pannello

Stendi uno strato di vernice nera opaca all’interno del pannello. Se necessario, copri il tubo, il legno, i listelli e tutto ciò che si trova all’interno del pannello, così la struttura assorbirà più calore.

Fase 5: coprire il pannello per guadagnare altri gradi

Fissa una lastra di policarbonato aiutandoti con viti inox e rondelle. Questo materiale accentua l’effetto serra all’interno della struttura e la protegge dal vento che potrebbe raffreddare l’acqua.

Fase 6: aggiungere una leggera inclinazione per massimizzare l’irraggiamento del pannello solare.

Sul retro dello scaldabagno solare fai da te, avvita i piedini con le squadre di fissaggio e posizionate dei raccordi per collegare i tubi vicino alla pompa. Puoi scegliere se collegare lo scaldabagno vicino alla pompa della piscina, se è sufficientemente potente, oppure se creare un circuito parallelo.

L’inclinazione, particolarmente utile nella mezza-stagione, può essere anche leggermente inferiore (fra 30° e 45°).

Una volta installato lo scaldabagno, considera che l’acqua in uscita dalla struttura sarà di una temperatura compresa fra 28° e 40°, a seconda delle condizioni meteorologiche e dell’orientazione corretta. Abbiamo messo alla prova il pannello alla fine di giugno, in condizioni di irraggiamento diretto, con una temperatura esterna di 23 °C, e l’acqua in uscita era a 32 °C.

Se non ti senti a tuo agio con questi strumenti e pensi che il lavoro sia troppo difficile, niente paura. Scegli un riscaldamento solare per piscina pronto all’uso.

Se invece vuoi spingerti oltre, segui i nostri tutorial per costruire una piscina in pallet.

Condividi:
ManoMano
Autore

Rispondi