Non ci sono dubbi, le piante portano allegria in ogni ambiente, però spesso ci chiediamo quali possiamo coltivare in condizioni di poca luce.

In realtà non esistono piante da interno ma piante che si adattano bene agli ambienti interni. Le piante, nel loro habitat naturale, crescono in natura, siamo noi che proviamo ad imitare questo habitat nelle nostre case. Dato che non tutte le piante tutte crescono in ambienti soleggiati, possiamo posizionarle nel soggiorno, in salotto o in cucina, oppure nelle nostre terrazze o nei balconi orientati a nord.

Vediamo quali piante coltivare con poca luce!

Quali piante coltivare con poca luce

Le necessità di luce delle piante orticole

Quando pianifichiamo un orto la luce è uno dei fattori principali di cui tener conto, da cui dipende la buona riuscita dei raccolti. Però, cosa possiamo fare se abbiamo a disposizione solo luoghi con poca luce?

Se il vostro sogno è coltivare piante di pomodori, peperoni, melanzane o meloni, dovrete cercare di posizionarle in modo che possano godere della massima esposizione al sole diretto. Il sole incide direttamente sulle loro foglie per dare loro l’energia sufficiente per formare i fiori da cui successivamente cresceranno i frutti.

Che succede quindi se non ricevono abbastanza ore di sole? Le piante cresceranno, sviluppando molte foglie e quindi allargandosi. A modo loro, stanno provando a raggiungere la maggior quantità di luce possibile. Similmente, lo stesso accade ad esempio con due piante che troviamo spesso nei giardini, le rose o la bouganville, che arrivano a formare delle alte siepi e i cui fiori adornano le cime, esattamente dove ricevono più ore di sole.

Con le piante da frutto succederà la stessa cosa, con il rischio che non riescano a produrne. Una perdita di tempo, spazio e risorse da parte nostra.

Cosa coltivare in un orto che riceve poca luce?

Ci sono molte altre varietà orticole che possiamo coltivare in semi-ombra o in condizioni di scarso sole, che risultano inoltre molto produttive anche se piantate in vasi e fioriere di dimensioni ridotte.

In questo gruppo entrano tutte quelle varietà di cui consumiamo le foglie verdi, come ad esempio insalata, lattuga, rucola e crescione.

Anche quelle che crescono sottoterra, come rape, cipolle, carote e addirittura l’aglio.

Le erbe aromatiche, come la menta, il prezzemolo, l’erba cipollina, il basilico e l’origano preferiscono una zona in semi-ombra, come ad esempio la finestra su un patio interno della vostra cucina.

Ricordate che non è continuando ad innafiarle che queste piante cresceranno di più o più velocemente. È un errore molto comune in cui spesso cadiamo per compensare la mancanza di ore di sole.

 

Come posizionare le piante in uno spazio con poca luce

Se avete dubbi sul numero di ore di sole che riceve il vostro terrazzo, giardino o balcone, vi suggeriamo di disegnare un piano dello spazio e, durante una giornata, segnare le zone su cui batte il sole; vi servirà come guida per poter posizionare le piante. Iniziate con quelle che hanno bisogno di più luce, lasciando per ultime le piante che crescono bene in zone di semi-ombra.

Pitturare di bianco il balcone o il terrazzo è un’altra soluzione per aumentare la quantità di luce che le piante ricevono. Utilizzate una pittura per esterni adatta al materiale delle pareti.

Un altro suggerimento, ma non sempre praticabile, è provare a deviare la luce del sole attraverso specchi realizzati con pannelli di polistirolo rivestiti con un foglio di alluminio. Una soluzione un po’ strana che però funziona!

Quali piante coltivare con poca luce

Piante ornamentali che crescono bene con poca luce

Non possiamo non consigliarvi anche alcune piante ornamentali che crescono bene con poca luce. Alcune di loro raggiungono altezze notevoli e risultano ideali per decorare salotti e soggiorni.

La beaucarnea, i potos o la sanseviera crescono perfettamente in luoghi luminosi, come vicino alle finestre. Il clorofito, lo spatifillo, l’aspidistra, l’anturio o la dieffenbachia, sono piante di dimensioni medie, ideali per il tavolo del salotto o delle mensole.

E se invece state cercando una pianta da appendere, potete provare con il fiore di cera, la tradescantia o l’edera.

 

Rispondi