Condividi:

Chi non ama rientrare in casa e trovarla in ordine e bella profumata, per poi buttarsi sul divano e godersi una mezz’ora di meritato riposo dopo una lunga giornata di lavoro? In commercio troviamo tantissimi profumatori, di ogni tipo e categoria, che possono aiutarci in questo senso, ma purtroppo difficilmente riusciamo a trovarne al supermercato di completamente naturali. Proprio per garantirgli un profumo intenso e duraturo, le case produttrici utilizzano diversi chimici che alla lunga non fanno così bene alla nostra salute. E allora perché non provare a profumare casa in modo naturale? Ci sono infatti moltissimi modi, semplici e veloci per realizzare dei profumatori per la nostra casa buoni e non nocivi e in questo articolo vorrei raccontarvene in particolare tre!

Gelatine profumate

Occorrente:

  • 200 g di acqua
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 12 g di gelatina in polvere
  • un vecchio pentolino
  • vasetti di vetro
  • colorante alimentare in polvere
  • essenze profumate
  • etichette adesive (o carta e colla) e spago per decorare

Procedimento:

Step 1: preparazione del composto

Per prima cosa mettete a scaldare 200 grammi di acqua in un vecchio pentolino; basteranno appena cinque minuti sul fuoco. Una volta calda, aggiungete un cucchiaino di sale fino all’acqua e mescolate in modo che si sciolga per bene. Pesate quindi 12 grammi di gelatina in polvere ed aggiungetela al vostro pentolino sempre continuando a mescolare, fino a sciogliere completamente la gelatina.

Step 2: colorazione

A questo punto spostate il liquido all’interno di un vasetto di vetro, della dimensione che più preferite. Un piccolo trucco per far colare il liquido perfettamente al centro e non sporcare i bordi è quello di aiutarsi con un bastoncino di legno posizionato al centro del vasetto su cui versare il liquido. Provare per credere!

Al liquido all’interno del vasetto aggiungete quindi un po’ di colorante alimentare per dare un po’ di brio e di personalità al profumatore; ne bastano pochissimi grammi e basta aggiungerne man mano per ottenere una tonalità più carica.

Step 3: profumazione

Colorato il liquido aggiungete l’essenza profumata che più preferite. In questo caso vanno bene tutti i tipi di essenze, sia quelle a base di olio che quelle a base d’acqua perchè entrambe si sciolgono senza difficoltà all’interno del composto.

Step 4: decorazione

Infine, decorate il vasetto come più vi piace. Io ho scelto di aggiungere un’etichetta con il tipo di profumo che ho scelto per la gelatina e di arricchire il bordo del vasetto con un giro di spago, ma naturalmente le possibilità sono moltissime!

Queste gelatine si conservano senza problemi per tre settimane e, se vi accorgete che dopo qualche giorno il profumo tende a diminuire, è sufficiente aggiungere qualche goccia di essenza per rinnovarle.

Candele di soia

Occorrente:

  • 60 g di cera di soia
  • due vecchi pentolini
  • stoppini per candele
  • un bastoncino per spiedini
  • vasetti di vetro
  • oli essenziali
  • carta per decorare o etichette

Procedimento:

Step 1: sciogliere la cera

Come prima cosa mettete a sciogliere la cera a bagnomaria. La cera di soia si acquista ormai facilmente in diversi negozi di fai da te e online. A differenza della cera classica non contiene sostanze nocive e di conseguenza può essere utilizzata senza preoccupazioni.

Nel giro di qualche minuto la cera si scioglie completamente.

Step 2: nel vasetto

A questo punto la cera può essere spostata all’interno di un vasetto di vetro, in cui dovrete posizionare uno stoppino per candele. Per fissarlo ed impedire che si muova durante il rovesciamento della cera vi consiglio di bloccarlo con un bastoncino per spiedini.

Step 3: profumazione

Versato tutto il contenuto nel vasetto aggiungete, anche in questo caso, l’essenza profumata. Questa volta però è importante utilizzare un’essenza a base di olio, quindi un olio essenziale.

I profumi a base d’acqua infatti non si sciolgono all’interno del composto oleoso della cera e di conseguenza profumo e cera finiscono per restare separate rovinando la candela e rendendola inutilizzabile.

Step 4: decorazione

Lasciate la candela a raffreddare per circa una o due ore. Tagliate poi lo stoppino e dedicatevi alla decorazione. Anche in questo caso la scelta è completamente libera! Io ho ritagliato alcune scritte stampate e le ho incollate sul vasetto con la colla stick.

Gessetti profumati

Occorrente:

  • 4 cucchiai di gesso in polvere
  • 6 cucchiai di acqua
  • un piattino di recupero
  • essenze profumate
  • stampi in silicone

Procedimento:

Step 1: gesso

In un piattino di recupero o comunque che poi butterete via, versate quattro cucchiai di gesso in polvere. A questi, andate ad aggiungere sei cucchiai di acqua e mescolate in modo da amalgamare per bene il tutto

Step 2: profumazione

Amalgamato il tutto aggiungete una ventina di gocce di essenze profumate. In questo caso vanno benissimo anche quelle a base di acqua perché il composto non è oleoso. Mescolate energicamente il gesso fino a renderlo omogeneo.

Step 3: nello stampo

A questo punto, molto velocemente, spostate il gesso profumato all’interno di uno stampo in silicone. Fate tutto in velocità perché il gesso indurisce rapidamente e se siete lenti potrebbero crearsi delle antiestetiche bolle nella formina, che rovinano il risultato finale.

Dopo circa due ore i gessetti sono solidi; potete estrarli dallo stampo delicatamente e lasciarli asciugare all’aria fino al giorno successivo.

Ora sapete come creare dei profumatori naturali fai da te per la vostra casa.  Le gelatine per un profumo fresco e frizzante, ideali da tenere in cucina. Le candele per un profumo rilassante ed accogliente, perfette da tenere in camera o in soggiorno. Ed infine i gessetti con il loro profumo delicato, ottimi per profumare armadi e cassetti di ogni tipo! A voi la scelta e il divertimento di giocare con i vostri profumi preferiti!

Tati’s Things

Ti è piaciuto profumare casa in modo naturale? Guarda anche Come riutilizzare un vecchio sottopentola!

Condividi:
Tati's Things
Autore

Rispondi