Meglio prevenire che curare Sapete che fare una manutazione regolare alla vostra motosega, vi consentirà un buon funzionamento della motosega stessa per dieci/venti anni?! Non dovete per forza andare da un esperto! Ecco qui qualche consiglio per fare un’ottima manutenzione della vostra motosega! Che la vostra motosega sia termica o elettrica, la manutenzione è pressoché la stessa: vi serviranno solamente una decina di minuti per ottenere dei risultati davvero ottimali! Come direbbe Jack lo Squartatore, procediamo per parti Prima di tutto è necessario conoscere la differenza tra il motore a due tempi e quello a quattro tempi (e non stiamo parlando di danza)… La manutenzione della motosega varia a seconda del motore che questa dispone. Il funzionamento di un motore a due tempi richiede che venga aggiunto nel serbatoio dell’olio. Questa semplice operazione è essenziale se si vuole utilizzare la motosega più di una volta. Bisogna quindi aggiungere tra il 2,5% e…

La notte dell’orrore si avvicina: sabato 31 Ottobre, le nostre strade saranno invase da zombie, mostri, fantasmi e altri esseri terrificanti… siete pronti? Origine: La festa di Halloween ha origini molto antiche. Questa festa è nata in Irlanda e corrispondeva al capodanno celtico, chialato Samhain ( da qui il termine “Samhainofobia”, ovvero la paura di Halloween!). In questa notte tutto si tinge di nero e arancione! Ma sapete perchè la zucca è il simbolo di Halloween? La leggenda narra che molti anni fa viveva in Irlanda un uomo vecchio e avaro chiamato Jack. Questo uomo, dopo aver giocato più volte con il diavolo, alla sua morte venne rifiutato sia dal pardiso che dall’inferno. Per questo Jack venne condannato a vagare sulla terra con la sua luce aspettando il giorno del Giudizio. Secondo la leggenda, Jack teneva la sua luce in una rapa, ma questa venne sostituita da una zucca dopo la migrazione degli irlandesi in…

L’inverno sta arrivando! Secondo le ultime notizie, questo sarà uno degli inverni più freddi degli ultimi anni (Brrrrrrrr). Quindi preparate cappotti, sciarpe, cappelli e guanti per affrontare il gelo! Noi abbiamo la fortuna di poterci coprire ben bene, ma avete pensato al vostro giardino? Come potrà affrontare questo freddo inverno? Vogliamo suggerirvi qualche consiglio per aiutare il vostro giardino a resistere al l’inverno. Cominciamo dal fortificare il giardino Togliete le erbacce: Vi consigliamo di togliere le erbacce dal vostro giardino. Questo per evitare eventuali problemi durante la bella stagione. E’ preferibile togliere le erbacce in modo manuale, piuttosto che usare prodotti chimici: la natura vi ringrazierà! Areare il terreno: Almeno una volta all’anno, bisogna far areare il terreno. Questo perchè il giardino ha bisogno che acqua e aria penetrino bene al suo interno. Vi consigliamo di eseguire l’arieggiamento prima di seminare il prato: in questo modo i semi riusciranno a penetrare meglio…

Per avere delle buone relazioni con i vicini di casa, vi consigliamo: “Le regole per i vicini tuttofare” Un’infografica simpatica da stampare e distribuire in caso d’urgenza ai vicini tuttofare che non hanno orari! “Tutti noi, almeno una volta, siamo stati svegliati la domenica mattina dal rumore assordante di un martello o di un tosaerba. Ed è proprio per risolvere questo problema che i tuttofare dovrebbero avere ben chiare delle semplici regole per mantenere buone relazioni con il vicinato e per svolgere i loro lavori in tutta serenità” Christian Raisson e Philippe de Chanville, fondatori di ManoMano Alla buon ora! Ogni palazzo ha delle proprie regole di vicinato. Normalmente è concesso fare rumore (Entro certi limiti) dalle 8,00 alle 13,00, e dalle 16 alle 21. Anche il codice penale risulta essere molto duro nei confronti dei vicini “rumorosi”. L’articolo 659, infatti, espressamente punisce “chiunque, mediante schiamazzi o rumori, ovvero…

“Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene” Virginia Woolf Pasta all’amatriciana, arrosto in crosta di pancetta, patate rosolate ripassate in padella, polpettine al sugo, orata al cartoccio, carciofi alla romana, frittura di pesce. Come si fa a non avere l’acquolina in bocca? Possiamo tranquillamente dire di essere i campioni del mondo in cucina (e a tavola)! Popopopopopopo (Giusto per ricordare anche le glorie in campo). Ma per essere dei veri eroi tra i fornelli, bisogna essere ben equipaggiati! E chi puo’ darci le giuste dritte se non un vero cuoco? Giuseppe è uno chef italiano da ormai più di 30 anni. In cucina Giuseppe si trasforma in un direttore d’orchestra: riesce ad armonizzare gli ingredienti e a creare concerti di sapori. Siamo andati ad intervistarlo per scoprire i suoi segreti in cucina. Ciao Giuseppe, come è nata la tua passione per la cucina?…