Tardi per fare colazione ma troppo presto per pranzare? Ecco come organizzare e decorare la tavola per un brunch domenicale e mettere d’accordo tutti. Settembre è ormai il nuovo inizio anno per moltissime attività, il weekend diventa un momento per rallentare, dormire qualche ora in più e ritrovarsi in famiglia per gustare un buffet a base di prelibatezze dolci e salate.Un’abitudine soprattutto americana, nata negli anni ’70 negli alberghi di New York, ora molto in voga anche in tanti ristoranti europei e italiani. Si tratta dell’unione delle parole breakfast + lunch, ovvero colazione + pranzo, e solitamente si gusta tra le 11:00 e le 15:00. In rete si trovano tantissime idee di ricette tradizionali, rivisitazioni e menù all’italiana, noi in particolare vedremo gli elettrodomestici che non possono mancare e come organizzare e decorare la tavola del brunch domenicale in tre differenti modi. Tu, di che stile sei? I piccoli elettrodomestici…

La nascita di nuove figure professionali legate al mondo digitale, sommata alle restrizioni dettate dal periodo, hanno sicuramente incentivato il lavoro da casa e l’esigenza di studiare un home office fai da te.Che si abbia un piccolo angolo o un’intera stanza, occorre definire al meglio gli spazi per poter lavorare nell’ordine e, perché no, in un ambiente che apprezziamo e che ci rappresenta: il nostro spazio. Primi passi per creare un home office fai da te Indipendentemente dallo spazio che hai a disposizione, la zona va ricavata e creata su misura. Puoi scegliere la superficie tra due porte, sotto ad una finestra o in un angolo della stanza.La luce è un fattore determinante, i riflessi delle finestre sugli schermi tendono ad affaticare la vista, quindi, nel caso non fosse possibile posizionare il computer con la fonte luminosa laterale, prendi in esame di aggiungere alle finestre delle tende coprenti o delle…

Nell’ultimo anno avete mai sognato di avere una stanza in più? E magari proprio in una parte del giardino? In questo articolo vi racconteremo e vi faremo vedere passo passo come si può riqualificare una piccola serra in vetro per aggiungere una stanza in più alla nostra abitazione. Dana Frigerio, garden designer e esperta di giardinaggio per ManoMano Durante l’ultimo anno molte cose sono cambiate, abbiamo spesso avuto l’esigenza di avere degli spazi solo per noi, più intimi da usare sia per lavorare, che per rilassarsi. Perché costruirla? Chiaramente per avere una stanza tutta per sé, ma non solo, per regalare un luogo magico ai nostri bambini, dove potranno giocare o fare i compiti; se siete delle persone creative potreste utilizzarla per avere un locale “hobby” per lavorare, cucire a macchina, dipingere, ricamare e per fare piccoli lavoretti di bricolage. Se invece, siete degli appassionati di giardinaggio, potreste utilizzarla per…

L’arrivo delle fresche serate porta con sé anche il piacere di ritrovarsi insieme a guardare un bel film e la voglia di creare un vero e proprio home cinema fai da te. Le piattaforme che propongono contenuti on demand sono moltissime e facili da attivare, sia su smart tv, ma anche tramite portatile o tablet. Per i più tecnologici ci sono veri e propri impianti per avere un audio e una visione proprio come al cinema. La parte più tecnologica Dai semplici proiettori per smartphone, anche fai da te, ai più complessi e sofisticati da acquistare e installare in beve tempo dal sito manomano.it. Anche i teli possono garantire una visone migliore, rispetto alla proiezione su parete.Un altro elemento da valutare è il posizionamento di luci led dietro agli schermi, proprio per non affaticare la vista al buio e rendere la serata ancora più rilassante. Si possono trovare quelli adesivi…

In questa fine estate, ricreare ambienti freschi, ecologici e naturali nella propria casa, può incentivare benessere personale e una ripresa del lavoro senza stress.L’importanza di avere una bassa impronta ecologica è diventato fondamentale. Occorre quindi cercare di portare anche nella propria abitazione, degli ambienti ecologici che possano essere rispettosi dell’ambiente e piacevoli da vivere, proprio come stare in un indoor garden tutto l’anno!In commercio si trovano ormai molte soluzioni a basso impatto. In primo luogo le aziende si stanno impegnando ad utilizzare fonti rinnovabili nel processo di produzione, altre volte la scelta dei materiali è fondamentale, come per le plastiche riciclate, per i polimeri biodegradabili, o ancora per legnami come il bambù. Quest’ultimo sta prendendo largo spazio perché molto più sostenibile rispetto ad altre specie di piante, in 5 anni fornisce la stessa quantità di legname che querce di rovere produrrebbero in 80. Vediamo insieme come rinnovare le stanze ad…