Condividi:

La libreria è sicuramente un arredo molto versatile, utile per contenere i libri, nella sua funzione tradizionale, ma anche per esporre oggetti ed ancora come elemento divisorio quando si vuole rendere più armonioso lo spazio. Questa ultima funzione viene particolarmente utilizzata negli ambienti open space,  soprattutto tra soggiorno e cucina.

Librerie per soggiorno e cucina divisorie, perché utilizzarle?

Soggiorno e cucina sono il cuore della casa, gli ambienti in cui si trascorre la maggior parte del tempo, dove condividere  momenti magici con parenti e amici.

Oggi ancora più vissuti grazie al sopravvento degli ambienti open space, dove soggiorno e cucina diventano un ambiente unico, regalando spazi più ampi e dinamici.

I pro sono molteplici: maggiore spazio, più luminosità, ambienti più ariosi, maggiore condivisione con la famiglia ed anche con gli ospiti,  ma è anche vero che la completa integrazione tra soggiorno e cucina non è la soluzione  preferita da tutti ed in questo caso per ottimizzare gli spazi si può ricorrere alla realizzazione di pareti  o all’inserimento di arredi divisori.

Cosa fare quando una nuova distribuzione interna non si può attuare?

In questo caso dividere lo spazio con l’utilizzo di arredi divisori, senza dover costruire pareti in muratura,  è la scelta ottimale!

Il mio consiglio è quello di considerare delle soluzioni versatili e funzionali, come appunto l’inserimento di librerie divisorie che separano gli ambienti  pur mantenendo la dinamicità dello spazio unico senza tralasciare l’esigenza di riservatezza  e intimità.

Perché scegliere una libreria divisoria?

La scelta di inserire di una libreria divisoria soddisfa molteplici esigenze:

Flessibilità: la sua posizione può essere modificata adattandosi alle esigenze del momento.

Funzionalità: può essere utilizzata per diverse funzioni, come contenitore, come espositore, come porta tv,  quindi non solo come elemento divisore.

Riservatezza: il suo inserimento definisce  degli spazi più intimi seppur comuni.

Dinamicità: cucina e soggiorno vengono separati ma in modo limitato, mantenendo attiva la condivisione sia fisica che visiva.

LIBRERIE PER SOGGIORNO E CUCINA DIVISORIE:
I 5 CONSIGLI PER FARE LA SCELTA GIUSTA

Le librerie divisorie, o librerie passanti, posizionate in dei punti ottimali dividono gli ambienti in modo flessibile ed al contempo armonioso, per fare la scelta giusta occorre però tenere in considerazione alcuni aspetti  fondamentali per mantenere sempre il giusto equilibrio tra estetica e funzionalità.

1. Perché: la prima cosa da tenere in considerazione è aver chiaro il motivo per cui si vuole inserire un divisorio:

Se si desidera distinguere le funzioni di cucina e soggiorno può essere un’idea inserire una libreria bifacciale da acorare a parete, divide ma non isola gli ambienti.

Se invece la necessità è quella di dividere la cucina dal soggiorno, ma solo per realizzare un piccolo spazio più riservato all’interno di esso, ad esempio come un angolo lettura o studio , si può optare per un singolo modulo alto, che divide in modo molto leggero.

2. Utilizzo: consiglio sempre prima di fare qualunque acquisto di pensare a come si vuole utilizzare l’arredo. In questo caso la domanda giusta è: riporre solo libri, contenere oggetti o entrambi?

Nel caso di libreria multifunzione la scelta potrebbe essere una libreria con contenitori o con ante, alternati a vani a giorno.

3. Punto d’inserimento: avere ben chiaro dove si vuole inserire, se a lato parete si può scegliere un divisorio libreria alto e stretto, oppure a scala, che dividono in modo molto parziale, se invece la posizione prevista è al centro si può optare per una libreria autoportante, lasciando liberi i due lati, o ancora una libreria bassa.

4. Dimensioni: occorre valutare le dimensioni dell’arredo in relazione allo spazio a disposizione e allo specifico punto d’inserimento. Sia per una questione puramente funzionale, fondamentale avere  contezza dello spazio occupato dalla libreria e di quello che rimane per il passaggio o da adibire ad altre funzioni, sia per una questione di armonia degli spazi.

5. Stile della casa: fondamentale conoscere il proprio stile di casa per inserire il nuovo arredo in modo coordinato e armonioso.

Ad esempio per una casa in stile industriale una libreria in legno e montanti in ferro è quella più idonea.

LE LIBRERIE PER SOGGIORNO E CUCINA DIVISORIE FANNO AL CASO TUO?

Scrivicelo nei commenti e se sei indecisa chiedici aiuto!

P.S. ricordati che puoi applicare questi consigli per ogni arredo che desideri inserire nei tuoi ambienti e vedrai come la tua casa sarà sempre funzionale ed armoniosa!

Letizia Vittoriano – Associazione Nazionale Home Personal Shopper

Condividi:
ManoMano
Autore

Rispondi