Condividi:

Il tempo inizia a lasciare segni sui mobili del tuo terrazzo? Non è ancora detta l’ultima parola. Anche se sono mobili pensati per l’utilizzo in ambienti esterni, i mobili da giardino finiscono con il deteriorarsi con il passare del tempo, per questo in questa guida pratica sulla manutenzione dei mobili da giardino ti aiutiamo a riportarli allo splendore dei primi giorni.

I mobili da giardino sono pensati per resistere all’azione di sole, freddo, pioggia, ecc. Non sono tuttavia indistruttibili e nel tempo gli agenti atmosferici lasciano traccia della loro azione.

Per questo hanno bisogno di una serie di cure e manutenzioni differenti in base al materiale in cui sono stati realizzati. A seconda che siano in legno, metallo, fibre naturali o resina, richiederanno un tipo di pulizia e un trattamento specifico che vediamo in dettaglio di seguito.

La manutenzione dei mobili da giardino: la pulizia

In molti casi, una buona pulizia può ringiovanire i tuoi mobili di diversi anni. Di seguito, ti indichiamo alcuni consigli per una pulizia corretta, in modo da non aggravare il deterioramento:

  • Mobili in legno. Se trattati con vernice, impregnante o olio, si possono pulire con acqua e sapone a PH neutro, sciacquare per eliminare gli eventuali residui e asciugare con un panno per rimuovere l’umidità in eccesso.
  • Mobili in metallo. Che siano in alluminio, ferro battuto o acciaio, vanno puliti con acqua e sapone delicato, facendo attenzione a non utilizzare spugne abrasive. Se si graffiano, si danneggia ed elimina lo strato protettivo e può iniziare la corrosione.
  • Mobili in fibre naturali. Sapevi che la polvere che si accumula nei mobili in bambù, vimini o rattan possono provocare la comparsa di funghi in inverno? Per eliminare polvere e sporco puliscili con una idropulitrice o con una pistola pneumatica.
  • Mobili in resina. Inumidisci un panno o una spugna in una soluzione di parti uguali di acqua e aceto di mele. Se ci sono delle macchie di grasso, uno sgrassatore può fare miracoli. Nel caso siano di color bianco e siano ingialliti, prova a pulirli con dell’acqua ossigenata.

La manutenzione dei mobili da giardino: il recupero

Recuperare i tuoi mobili da giardino è sicuramente più economico che acquistarne dei nuovi. Ti permetterà inoltre di essere un consumatore responsabile e contribuire alla conservazione dell’ambiente e delle risorse naturali.

Di seguito, indichiamo i tipi di trattamenti adatti in base al materiale con cui sono realizzati i tuoi mobili da esterni.

Mobili in legno da giardino

I mobili da esterni in legno sono soggetti all’azione dei raggi UV, alle variazioni di umidità e all’azione di insetti xilofagi e funghi. Per questo richiedono un trattamento che protegga il legno e ne garantisca la durata nel tempo.

Quando si acquistano questi mobili, solitamente è già stato applicato un trattamento protettivo contro insetti e funghi. Tuttavia con il tempo il legno può risentirne, si raccomanda di utilizzare dei prodotti curativi per il legno specifici per il problema da trattare (tarli, termiti, ecc.).

Legni esotici come teak, iroko o sapelli possono diventare grigiastri con il passare del tempo. In questo caso si consiglia utilizzare un prodotto rinnovatore per legni ingrigiti che lo riporterà al suo colore originale. Prima di applicarlo con un pennello, vanno eliminati oli e vernici presenti, lasciando agire per il tempo consigliato dal produttore.

Nel caso la vernice si sia screpolata, il nostro consiglio è di eliminarla con uno sverniciatore e applicare un trattamento a poro aperto con impregnante o olio. Questi tipo di trattamenti respingono l’acqua, ma allo stesso tempo permettono i movimenti strutturali del legno.

Vanno rinnovati periodicamente – ogni uno o due anni – per questo sarà necessario prima pulire il mobile con un’idropulitrice, lasciare asciugare per 24 ore e applicare alcuni strati di impregnante o olio.

Recuperare i mobili di metallo dalla corrosione

Sebbene i mobili in ferro, acciaio o alluminio contengano vernici che li proteggono dalla corrosione, non durano per sempre e può comparire la temuta ruggine. Per frenare i suoi effetti prima che sia troppo tardi, ecco i passaggi da seguire:

  1. Rimuovere la ruggine con una spazzola con setole metalliche o un disco lamellare abrasivo
  2. Applicare un prodotto che riduce l’ossidazione come un primer antiossidante a base di fosfato di zinco
  3. Applicare una vernice di finitura come uno smalto per esterni o una vernice epossidica resistente agli agenti atmosferici

In questo modo i tuoi mobili torneranno a splendere come nuovi!

Una seconda vita per i mobili in fibre naturali

I mobili in fibre naturali sono un classico in qualsiasi terrazzo o giardino. La loro bellezza naturale permette loro di sopravvivere a mode e tendenze del momento. Tuttavia, affinché possano farlo con dignità, ci sono una serie di raccomandazioni che dovresti seguire:

  • Nutri i tuoi mobili in bambù, vimini o rattan con olio di lino per evitare che le fibre secchino.
  • Di tanto in tanto strofinali con acqua salata per mantenerli rigidi.
  • Verifica la presenza di fibre rotte. In tal caso, applica una vernice incolore per sigillarle e mantenerle al riparo dall’umidità.
  • Se sembrano scoloriti o consumati, prova a colorarli con della pittura spray, ti assicuriamo che non sembreranno più gli stessi!

Mobili di resina come nuovi

Ciò che danneggia maggiormente i mobili in PVC, resina o fibra di vetro è l’esposizione ai raggi UV, è quindi conveniente coprirli con un telo se non li utilizzerai per un lungo periodo di tempo.

Per ravvivare colore e brillantezza delle superfici, è possibile utilizzare un rinnovatore di colore. Prima di applicarlo, la superficie dovrà essere pulita e libera di grassi e colle. Una volta applicato il prodotto, va lasciato agire secondo le indicazioni del produttore.

Va inoltre tenuto presente che l’uso di detergenti abrasivi dovrebbe essere evitato, in quanto possono ingiallire i mobili.

Speriamo che questa guida pratica sulla manutenzione dei mobili da giardino ti sia di aiuto per prolungare la loro vita. Se stai cercando ispirazione per il tuo terrazzo o giardino, ti consigliamo di dare un’occhiata ai nostri tutorial per costruire i tuoi mobili da giardino passo dopo passo.

Condividi:

Scrivi un commento