Settembre è il mese del ritorno al lavoro, del rientro a scuola e del ricominciare a prendersi cura dell’orto e del giardino.
È un mese a cavallo tra l’estate e l’autunno, in cui, come ogni cambio di stagione (e guardaroba), ci saranno cose da mantenere e altre da eliminare.

Cosa fare con le piante che abbiamo già

La prima cosa da fare sarà controllare lo stato di salute delle nostre piante e valutare se possiamo ancora tenerle o se è il caso di sostituirle.
Ricordiamoci che, soprattutto nell’orto, la maggior parte delle piante che abbiamo coltivato sono annuali e vanno eliminate alla fine del raccolto.

Il clima è fondamentale per decidere le sorti delle tue piante!
Sappiamo che il freddo in alcune zone non arriva fino a ottobre o novembre, mentre in altre le temperature iniziano a diminuire considerevolmente accelerando la fine della bella stagione.
Per capire cosa piantare a settembre bisogna prima comprendere cosa fare delle piante che abbiamo.

Inizia liberandoti di tutte quelle piante che mostrano sintomi di esaurimento, quelle che sono malate o hanno sofferto troppo durante la stagione calda e tieni tutte quelle che pensi possano ancora terminare la loro produzione.
I pomodori, per esempio, possono finire di maturare nella tua cucina, o se appendi i mazzi in una stanza buia.

Il tuo prato apprezzerà sicuramente una buona scarificazione in modo che le radici possano respirare.

(SCOPRI COME SCEGLIERE UNO SCARIFICATORE!)

Oppure potresti cogliere l’occasione per piantare il prato in quelle zone dove il manto non è più uniforme e compatto.

cosa piantare a settembre

Controllo delle erbe infestanti

Al ritorno dalle vacanze hai trovato il giardino pieno di erbacce? Non preoccuparti!
La alte temperature (e la tua assenza) hanno favorito la loro crescita; ti basterà metterti al lavoro e pulirlo il più possibile e tornerà presto al suo antico splendore!
Puoi usare un diserbante se la situazione è fuori controllo ma ricorda di fare attenzione ai germogli che posso essere nati sul tuo prato.

Cosa fare con le piante perenni?

Curale tagliando i rami secchi o malati, rimuovi i fiori secchi e concimale. Se le temperature sono ancora favorevoli potrebbero offrire nuovi fiori, altrimenti si prepareranno a fermare la loro crescita in inverno, aspettando di nuovo le buone temperature della primavera.

È necessario fermare l’irrigazione delle piante con bulbo che sono fiorite durante la primavera e l’estate, in modo che continuino ad accumulare riserve. Alla fine del mese potrai estirparli, lasciarli asciugare e conservare i bulbi per la prossima stagione.

cosa piantare a settembre

Cosa piantare a settembre

Il giardino in autunno è molto più tranquillo e meno impegnativo rispetto alla primavera.
Il progressivo calo delle temperature rallenta la sua crescita e non dovremmo essere così attenti all’innaffiatura. Ma questo non significa che dovremmo abbandonarlo, ci sono un sacco di piante che crescono in modo fantastico in autunno e in inverno!

Controlla lo stato del terreno e aggiungi il fertilizzante se lo ritieni necessario, prima di effettuare qualsiasi trapianto.
Nell‘orto, le Solanacee (di cui fanno parte melanzane, peperoni, pomodori,patate e peperoncini), lasciano la terra praticamente esaurita e sarà difficile ottenere successivamente un buon raccolto senza aver precedentemente fertilizzato la terra.
Questo periodo è un momento fantastico per la coltivazione di verdure a foglia larga come lattuga, spinaci, bietole, lattuga, rucola e verdure a radice (come cipolle, ravanelli o carote).

I cavoli, i cavolfiori, i fagioli e i piselli diventano regine e signore degli orti durante l’inverno, quindi puoi preparare i semenzai per trapiantarli entro un mese.

Nel giardino, saranno crisantemi, viole e violette. È possibile preparare i semenzai oppure acquistare le piante già pronte al trapianto.
Alla fine del mese potremo piantare i bulbi che fioriscono in primavera. Per questo è fondamentale concimare il terreno aggiungendo fertilizzante organico e pianificarne la distribuzione calcolando che molti di questi cresceranno con tempistiche diverse.
È importante farlo tenendo presente che esiste un’infinità di colori che daranno vita a massicci che prospereranno in modo sfalsato: il croco, l’amarillo, l’amaryllis, l’allium, gli anemoni, i gigli, i giacinti, i narcisi e i tulipani.

È il momento giusto per le talee

L’abbassamento delle temperature è l’ideale per riprodurre alcune delle nostre piante preferite.
Seleziona alcuni rami, realizza un taglio in diagonale e interrali in un vaso o in un Jiffy che dovrai mantenere umido per favorire la formazione delle radici.
In questo modo puoi ottenere delle nuove piante di menta, gerani, edere e molte altre piante.

Ridurre l’irrigazione

Proprio come in primavera abbiamo dovuto aumentare l’irrigazione a causa dell’aumento delle temperature, ora dobbiamo ridurla gradualmente. Presta particolare attenzione alle previsioni del tempo per evitare inutili pozzanghere e ricorda di modificare la frequenza se hai installato l’irrigazione a goccia.

Cosa fai nel tuo giardino in questo periodo dell’anno? Ci piacerebbe leggerlo nei commenti!

Se vuoi condividere la tua passione per il giardinaggio con tantissimi appassionati e mostrarci il tuo orto o il tuo giardino
ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO! 

il giardinaggio a portata di mano

Author

Leave a Reply