Con l’arrivo del mese di ottobre, le temperature iniziano a scendere. Come vi abbiamo spiegato nel nostro ultimo articolo,  i mesi autunnali sono ideali per trapiantare alcune piante, rinnovare l’orto e preparare il prato all’arrivo dell’inverno. Oggi vi diamo altri consigli e dettagli su come realizzare i vari lavoretti, siete pronti?

Piantare i bulbi autunnali

Le piante bulbose che fioriscono in primavera vengono solitamente piantate in questi mesi. È però necessario controllare la temperatura della zona in cui vi trovate.

Tutte le varietà richiedono notti fredde e giornate miti. Nelle zone in cui fa ancora caldo, sarà bene aspettare che scendano le temperature. Se invece la notte è già ora di coprirsi, è il momento ideale per piantarli.

L’ideale è che i bulbi vengano piantati prima dell’arrivo dei primi freddi. In questo modo trascorreranno l’inverno in stato vegetativo e saranno le temperature primaverili a farli germogliare.

Se effettuiamo la semina quando le temperature sono ancora alte, i bulbi penseranno di essere in primavera e inizieranno a svilupparsi, per cui l’arrivo del freddo potrebbe provocare loro danni irreversibili.

Cosa piantare a ottobre

Calendario del prato in ottobre

È un buon momento per rinnovare il prato e rigenerare quelle zone rovinate, sfruttalo se le temperature sono buone oppure, se durante il giorno già è rinfrescato, aspetta la primavera.

Avrai notato che la sua crescita ha iniziato a rallentare e i tagli saranno più distanti tra loro. Conviene inoltre lasciar crescere il prato, così avrà maggior resistenza al freddo.

In parallelo, inizia ad utilizzare un concime ricco di potassio per rafforzarlo e prepararlo all’inverno e presta attenzione all’apparizione di muschio. Si presenta normalmente in zone meno soleggiate o che tendono ad accumulare acqua. Se già ti è successo in altre occasioni, applica un prodotto antimuschio e cerca di migliorare il drenaggio di quella zona.

Nel prato solitamente si forma una specie di feltro, composto da resti di foglie e radici secche, terra che si è compattata e diventa impermeabile. È importante eliminarlo con uno scarificatore e arieggiare per evitare pozzanghere. Lo scarificatore elimina questo strato compatto, mentre per areare il prato andremo a realizzare fori nella terra che favoriranno il drenaggio.

Concluse queste fasi, il prato sarà pronto per il concime di cui vi abbiamo parlato. In caso contrario, il feltro impedirà alla terra (e quindi alle radici) di assorbire i nutrienti.

Annaffiare il giardino in ottobre

Le piogge stanno arrivando e dovremo quindi riprogrammare gli impianti di irrigazione automatica. È il momento perfetto per acquistare un serbatoio per la raccolta dell’acqua piovana. Ci permetterà un risparmio nella bolletta e avremo l’acqua ideale per innaffiare tutte le nostre piante.

Cosa piantare a ottobre

L’orto in ottobre

La maggior parte degli ortaggi estivi ha finalizzato il suo ciclo produttivo. Se ancora non li hai tolti, ricordati di farlo presto, per lasciare il tempo a quelli autunnali di svilupparsi prima dell’arrivo del freddo.

È il momento di trapiantare cipolle, scarole, lattughe, porri, cavoli di ogni tipo e fragole.

Puoi seminare aglio, rucula, spinaci, ravanelli, porri, cardi, lattuga, borragine così come fagioli e piselli nelle zone con inverni miti. Se le temperature nella tua zona scendono molto, aspetta la primavera per la loro semina.

L’aglio è una verdura che cresce molto lentamente e che raccogliamo quando completamente sviluppata e trasformata in una testa d’aglio.

Si sviluppa rapidamente e in un paio di mesi potremo avere aglio tenero, potete quindi seminarli in qualsiasi vaso o fioriera.

Vanno riempite con un buon substrato, successivamente piantiamo gli spicchi d’aglio, con la punta rivolta verso l’alto. Le radici appariranno dalla base, cioè la parte più dura, che solitamente scartiamo in cucina.

Vanno seppelliti bene, spingendo fino a quando non risultano totalmente ricoperti di terra. Innaffiateli e in un paio di settimane al massimo inizieranno a germogliare. Se avete bambini, potete seminarli con loro. Provate a piantare uno spicchio al contrario, ed osservate cosa succede. Tarderà nel germogliare,  perché la punta sarà obbligata a girare all’esterno. Proponete loro l’esperimento e provocate la loro curiosità: «Cosa pensate succederà? Troverà la sua strada?». Sperimentando magari troverete un futuro aiutante per il vostro orto e il giardino.

Ci piacerebbe sapere da dove ci leggete e che piante coltivate solitamente durante l’autunno. Avete già deciso cosa piantare a ottobre?
Aspettiamo i vostri commenti!

 

Se vuoi condividere la tua passione per il giardinaggio con tantissimi appassionati e mostrarci il tuo orto o il tuo giardino
ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO! 

 

Leave a Reply