I prodotti fitosanitari sono quelli che servono per prevenire e curare le malattie delle piante. Sappiamo che è un tema che preoccupa molti, per questo vogliamo darvi alcuni suggerimenti per il loro utilizzo.

Quale problema hanno le tue piante?

Per sapere che prodotto scegliere, come prima cosa dobbiamo identificare il loro problema. Questi sono i più comuni:

  • Insetti – Mordono o bucano foglie, steli e frutti, possono causare gravi danni fino addirittura la morte della pianta. Solitamente si nascondono sul lato inferiore delle foglie, quindi si possono individuare abbastanza facilmente. Per eliminare o prevenire la loro apparizione, è necessario un insetticida.
  • Funghi – Crescono sulle piante, dalle quali traggono il nutrimento. Il primo indizio della loro comparsa sono macchie e decolorazioni di foglie e steli. Per trattarli, avrai bisogno di un fungicida.
  • Mancanza o eccesso di nutrienti – È segnalata da un cambio di colore nelle foglie, che perdono colore o ingialliscono. Per risolvere il problema, avrai bisogno di un concime o di un correttore di carenze.
  • Eccesso o mancanza di acqua o di esposizione al sole. Se non hai trovato parassiti o macchie, le foglie hanno un buon colore, pensa se le tue piante potrebbero aver bisogno di maggiore o minore irrigazione, più o meno luce.  

Insistiamo su questo punto: è indispensabile identificare il problema. È inutile applicare un insetticida a una pianta con funghi o viceversa.

Effetti del marciume apicale sui pomodori.  È causato da una mancanza di calcio, di cui la pianta ha bisogno per formare i pomodori.

Il kit dei prodotti fitosanitari di base

Supponiamo di aver escluso un eccesso o la mancanza di irrigazione, la pianta sta ricevendo la luce di cui ha bisogno e la concimiamo regolarmente. In questo caso, sarebbe sufficiente un insetticida e un fungicida, oltre ad alcuni prodotti specifici di cui parleremo più avanti.

È importante sapere che la maggior parte di questi prodotti ha una funzione sia preventiva che curativa, ed è sempre meglio, sottolineiamo sempre, cercare di prevenire che curare. Facciamo un esempio, è estate e, in alcune zone, possiamo soffrire di piogge torrenziali. Questa è una situazione perfetta per l’apparizione di funghi, perché trovano tutte le condizioni necessarie per svilupparsi: calore e umidità.

Dopo le piogge, sarebbe bene applicare un fungicida alle nostre piante, come prevenzione. In questo modo, eviteremo che le spore dei funghi trovino un ambiente adatto alla loro crescita.

Lo stesso discorso vale per gli insetticidi. Avete notato che nelle istruzioni normalmente raccomandano di ripetere l’applicazione dopo alcuni giorni? Questo perché molti di loro agiscono sugli insetti adulti, ma non sulle uova che questi possono aver depositato sulle piante. Le uova si schiuderanno dopo alcuni giorni, dando origine a una nuova generazione che continuerà a causare problemi.

Dicevamo prima che, a parte i fungicidi e gli insetticidi, ci sono altri prodotti specifici che dovrebbero far parte del nostro kit di medicazione per le piante:

  • Un lumachicida, un prodotto contro lumache e limacce. Un elemento immancabile, anche se solitamente non appaiono sui terrazzi o balconi, a meno che non arrivino come ospiti di qualche pianta.
  • Se hai dei gerani, ti raccomandiamo di tenere a portata di mano un insetticida specifico contro le larve della farfalla che solitamente li attacca.  È un parassita specifico (chiamato anche la farfalla del geranio) che attacca solo questo tipo di pianta, dobbiamo quindi essere preparati se vogliamo che continui a crescere sana e vigorosa.
  • Un correttore di clorosi ferrica, una mancanza di ferro che si verifica in ortensie, camelie, gardenie e ibiscus, tra gli altri. Le foglie iniziano ad ingiallire, poi a raggrinzire fino a che non cadono.
  • Concime ricco di calcio per i tuoi pomodori, soprattutto se hanno già sofferto di marciume apicale, come quello mostrato nella foto.

Come applicare i prodotti fitosanitari?

La maggior parte dei prodotti si presentano in polvere da diluire o, direttamente, in formato liquido. Per applicarli, avrai bisogno di un polverizzatore o spruzzatore che ti permetterà di distribuirli uniformemente su foglie e steli.

Se hai poche piante in casa, sarà sufficiente un modello piccolo, come gli spruzzatori dei prodotti per la pulizia. Raccomandiamo però vivamente di passare ai modelli di polverizzatori a pressione (sono disponibili da 2, 5, 8 e 16 litri). Sono molto comodi perché grazie alla leva il liquido avrà abbastanza pressione per uscire senza doverla azionare continuamente. Hanno solitamente ugello regolabile, quindi è possibile vaporizzare uniformemente i prodotti sulle piante.

I polverizzatori di dimensioni maggiori includono anche una lancia, che ti eviterà di abbassarti o toccare le piante. Oltre che per la comodità, è anche importante rimanere il più lontano possibile dal prodotto che stai applicando, dato che alcuni possono causare problemi respiratori. Non vogliamo spaventarti, ma consigliamo di leggere sempre attentamente le istruzioni del fabbricante e di prendere tutte le precauzioni necessarie per applicarli in totale sicurezza.

Concludiamo con altri consigli: cerca di applicare i prodotti fitosanitari al mattino o alla sera, quando il sole non colpisce direttamente le piante. Sarà molto più efficace e conveniente, soprattutto per i prodotti ecologici: la maggior parte infatti è fotosensibile, perdono quindi efficacia sotto i raggi del sole.

Una volta conclusa l’applicazione, elimina la pressione interna del polverizzatore azionando la valvola: allungherai così la sua vita utile.

Speriamo che questi consigli ti siano di aiuto e chiariscano alcuni dei dubbi che ci avete inviato attraverso i social network. Viva le piante!

 

 

Leave a Reply