Ti serve un tavolo per impacchettare, ma hai a disposizione un budget ridotto? Questo tutorial ti mostrerà come realizzare una postazione di imballaggio con uno scaffale in metallo e MDF. Il vantaggio principale del realizzarlo tu stesso sarà il suo costo ridotto rispetto a quelli in vendita. Non ci credi? Continua a leggere per verificarlo!

Una postazione di imballaggio risulta fondamentale per svolgere l’attività logistica di un’azienda con efficacia, economicità e velocità. Richiede però un’inversione economica iniziale che non tutti possono affrontare, soprattutto le aziende di nuova creazione o di piccole dimensioni.

Per questo motivo, con questo tutorial vogliamo dimostrarti che il bricolage può anche aiutarti a ridurre i costi della tua attività. Non è neppure necessario essere un esperto del fai da te per realizzare una postazione di imballaggio adattata alle tue necessità e con tutto l’occorrente per un imballo professionale.

Attrezzi e materiali

Per realizzare una postazione di imballaggio avrai bisogno dei seguenti attrezzi e materiali:

Costo, durata e difficoltà

Questo progetto di fai da te richiede una certa pratica nell’utilizzo delle attrezzature elettriche, per questo motivo lo valutiamo con un livello di difficoltà medio.

Il costo approssimativo dei materiali non supera i 100 €, suppone quindi un gran risparmio rispetto al prezzo di acquisto medio previsto per una postazione di imballaggio (tra 500 e 1000 €).

Per realizzare questa postazione di imballaggio abbiamo impiegato una giornata di lavoro, anche se può essere meno se realizzato in compagnia. Il montaggio della scaffalatura risulta infatti molto più semplice e veloce se c’è qualcuno che ci aiuta reggendo i pezzi mentre li fissiamo.

Postazione di imballaggio fai da te passo dopo passo

In solo quattro passaggi potrai trasformare una scaffalatura in metallo in una postazione di imballaggio ergonomica, con tutto il necessario a portata di mano, come forbici, cutter, nastro adesivo, etichette, ecc.

1º.- Montare la scaffalatura in metallo

Come prima cosa, montiamo la scaffalatura in metallo. Nel nostro caso abbiamo acquistato una scaffalatura senza viti, che si assembla con l’aiuto di un mazzuolo. Lo scaffale è composto da:

  • 8 profili da 96 cm
  • 4 barre da 120 cm e 4 da 50 cm per montare i ripiani, così come altre 8 (color acciaio) di rinforzo
  • 4 tavole di conglomerato con spessore di 1 cm.

Per adattarla a tavolo da imballaggio, abbiamo montato 4 profili e 3 ripiani, come mostrato nell’immagine a continuazione.

2º.- Adattare la parte superiore

Successivamente, adattiamo la parte superiore della scaffalatura per posizionare dei laterali e un ripiano. Per farlo, abbiamo utilizzato i pezzi non ancora usati come segue:

  1. Unire due profili con lunghezza di 96 cm con la barra da 120 cm rimasta.
  2. Posizionare come parete posteriore la tavola di conglomerato che non abbiamo utilizzato. Per fissarla alla struttura, realizziamo alcuni fori e posizioniamo le staffe.
  3. Tagliare due tavole in MDF con lunghezza di 50 cm e larghezza di 25 cm, fissarle lateralmente ai profili con l’aiuto delle viti con dado.
  4. Tagliare il profilo del lato anteriore per regolarlo in base alla lunghezza della tavola in MDF.
  5. Avvitare il profilo più lungo alla parte posteriore della postazione utilizzando le viti con dado.

3º.- Collocare ripiani e accessori nella parte superiore

Il passaggio successivo consiste nel collocare un ripiano nella parte superiore e dei tubi in acciaio. Tagliamo un pannello di MDF con misura 120 x 25 cm e avvitiamo 3 separatori con misura 20×25 cm.

Per sostenere il ripiano abbiamo utilizzato uno dei profili rimasti, che abbiamo tagliato per utilizzarlo sulla parte laterale e centrale. Una volta fissati con le viti con dado, possiamo posizionare il ripiano.

Realizziamo poi un paio di fori su ogni lato per poter inserire i 2 tubi in acciaio di 130 cm che manterranno i rotoli di carta, pellicola e nastro. Servirà inoltre come supporto in cui collocare negli appositi ganci accessori come forbici, cutter, ecc.

4º.- Realizzare un cassetto

Come ultima cosa, realizzeremo un cassetto con separatori interni per classificare e riporre etichette, ordini, ecc. I passaggi da seguire sono:

  1. Tagliare 4 tavole di MDF con lunghezza di 112 cm e altezza di 7 cm, oltre a 4 tavole con lunghezza di 45 cm.
  2. Formare un rettangolo con las tavole y fissare la base in MDF.
  3. Realizzare dei fori nella parte frontale per collocare le maniglie.

Postazione di lavoro ergonomica

Come risultato dei passaggi anteriormente descritti, avrai creato la tua postazione di imballaggio. Oltre al risparmio, questa postazione di imballaggio consta di altri vantaggi:

  • Il piano di lavoro ha un’altezza di 96 cm, che permette di lavorare senza flettere la zona lombare. Volendo, è possibile diminuire l’altezza posizionando il ripiano ad un livello inferiore.
  • L’altezza totale della postazione è di 164 cm, però anche in questo caso può essere regolata ad altezze diverse.
  • Anche il ripiano superiore può essere regolato in altezza, basterà realizzare nuovi fori laterali dove convenga.
  • I tubi in acciaio permettono di avere tutti gli accessori di uso frequente a portata di mano.
  • Il cassetto è posizionato a una altezza di 80 cm, non c’è necessità di piegarsi.

Non ci sono dubbi, le operazioni logistiche della tua azienda saranno molto più rapide adesso!

Basta solo mettersi all’opera per poter iniziare a sfruttare questa postazione di imballaggio fai da te.

Speriamo questo progetto di bricolage ti sia piaciuto, continua a seguire i nostri tutorial!

 

 

Leave a Reply