Condividi:

Vuoi scoprire come creare il tuo terrario fai da te? Questo progetto è facile da realizzare e mettere in pratica. Perfetto per decorare ogni ambiente, apportando un tocco naturale e fresco. Continua a leggere per sapere come realizzarlo tu stesso in poche ore.

Tenendo conto che le piante apportano un tocco verde di freschezza alla tua decorazione, i terrari sono giardini in miniatura che offrono varie possibilità. Un terrario e la scelta ideale quando si verificano le seguenti circostanze:

  • Non si ha a disposizione molto spazio per posizionare piante grandi
  • Si ha poco tempo per la loro cura e manutenzione
  • Non è disponibile molta luce interna, però non si vuole rinunciare al tocco di verde delle piante

Creare il tuo terrario è più semplice di quanto immagini. Puoi usare una fioriera trasparente o seguire i passaggi del nostro tutorial per costruirlo da solo e adattarlo alla tua casa.

Attrezzi e materiale

Per realizzare un terrario fai da te avrai bisogno dei seguenti attrezzi e materiali:

Costo, durata e difficoltà

Se hai già a disposizione attrezzi e piante, il costo per realizzare questo terrario ammonta a circa 20 €. Si tratta di un costo molto basso, tenendo in conto che non avrà bisogno di manutenzione, o comunque minima nel caso utilizziate piante naturali.

Per la sua realizzazione saranno necessarie due o tre ore di lavoro, anche se bisogna tenere in conto che il tempo dipenderà dal tipo di colla che si utilizza per unire la struttura del terrario e dei tempi di asciugatura di pittura e smalto.

Infine, il livello di difficoltà è facile, si tratta infatti di pochi passaggi e, nonostante abbiamo utilizzato attrezzi elettrici, possono essere sostituiti con attrezzature manuali.

Terrario fai da te passo dopo passo

Avere un terrario in casa è diventata una scelta comune sia per chi ama avere piante, sia per gli amanti della decorazione d’interni. La sua caratteristica principale è che permette di creare un piccolo giardino in cui scatenare la propria creatività, ma allo stesso tempo molto facile da curare e mantenere.

Per creare questo piccolo ecosistema vegetale non ti resta che seguire i passaggi indicati a continuazione.

1º.- Tagliare la tavola di compensato

Per questo terrario abbiamo scelto una struttura esagonale che realizzeremo a partire da una tavola di compensato. Tagliamo con il seghetto due pezzi con larghezza di 10 cm e 40 di lunghezza.

Successivamente, tagliamo con la troncatrice inclinata con angolo di 30º, sei pezzi con lunghezza di 12 cm.. Un’opzione alternativa alla troncatrice potrebbe essere l’uso di un seghetto e una cassetta per ugnature.

2º.- Montare la struttura in legno

Il passaggio successivo consiste nel montare la struttura del terrario. Incolliamo quindi i bordi dei pezzi che abbiamo tagliato in precedenza e utilizziamo del nastro adesivo per mascheratura per mantenerli in posizione mentre la colla si asciuga, ritirandoli una volta secca.

3º.- Pitturare e verniciare il legno

Successivamente dovremo pitturare e verniciare il legno. Abbiamo scelto una pittura di color grigio chiaro, successivamente abbiamo applicato uno smalto incolore per impermeabilizzare la pittura.

Nonostante le piante dei terrari solitamente non hanno bisogno di molta acqua, è comunque preferibile e necessario scegliere un tipo di finitura che sia resistente all’acqua e all’umidità.

4º.- Posizionare il vetro sintetico

L’ultimo passaggio consiste nel posizionare il vetro sintetico sulla struttura del terrario. Ecco i passi da seguire:

  1. Segna la superficie da ritagliare sulla lastra di vetro sintetico. In questo caso, arriveremo fino alla metà dell’esagono.
  2. Tagliare il vetro sintetico con l’aiuto della sega giapponese
  3. Posizionare nella cornice della struttura del nastro biadesivo, tagliando con un cutter la parte in eccesso
  4. Fissare il vetro sintetico che abbiamo tagliato in precedenza, facendo pressione sul nastro biadesivo.
terrario fai da te

Per finire, potremo procedere e riempire il nostro terrario, utilizzando piante naturali o artificiali:

  • Se si tratta di piante naturali, posizioniamo uno strato di terra tra due di ghiaia, in quanto aiuta a regolare l’acqua e filtrare l’umidità
  • Con le piante artificiali si possono creare composizioni decorative ad effetto, utilizzando ghiaia di colori differenti

Una volta distribuite le piante, non ci resta altro che posizionare il terrario in un luogo dove non riceverà la luce del sole diretta in caso di piante naturali.

terrario fai da te

Vivere in uno spazio piccolo o non avere molta luce naturale a disposizione non sono più scuse valide per non decorare la tua casa con un tocco di verde.

Seleziona piante che si combinano tra di loro, sia per tonalità che per volumi. I cactus e le piante grasse sono una buona opzione, in questo link troverai una guida su come prendersi cura delle piante grasse.

terrario fai da te

Come ti è sembrato questo terrario fai da te? Se ti è piaciuta l’idea non perderti anche questo tutorial per realizzare un giardino verticale per interni. Riempire la tua casa di freschezza e vitalità non è mai stato così facile, garantito!


Condividi:

Rispondi