Condividi:

Sapevi che i taglieri da cucina realizzati in legno sono più igienici e resistenti di quelli in plastica? Con questo tutorial ti mostreremo come realizzare un tagliere di legno, semplice ma elegante, perfetto per la tua cucina. Non perderti i passaggi!

Il tagliere è uno strumento indispensabile in qualsiasi cucina, è la migliore opzione per manipolare e tagliare gli alimenti. Quando si tratta di scegliere il materiale, tra uno di plastica o di legno, dobbiamo tenere conto di quanto segue:

  • I taglieri in plastica sono facili da pulire, ma le lame dei coltelli li rovinano facilmente. I batteri possono entrare in queste fessure, rendendo difficile la loro rimozione.
  • I taglieri realizzati con legni duri, come l’acero o il bambù, resistono meglio ai danni provocati dalle lame dei coltelli rispetto a quelli in plastica. Per disinfettare, puoi usare un cucchiaio di candeggina diluito in acqua.

E poi, i taglieri in legno sono eleganti, non passano mai di moda!

Attrezzi e materiali

Per realizzare un tagliere di legno avrai bisogno degli attrezzi e materiali indicati a continuazione:

Se si è già in possesso degli attrezzi indicati, il costo approssimativo dei materiali necessari è di circa 30€. 

Realizzare un tagliere di legno passo dopo passo

Il vantaggio principale di questo tagliere in legno è l’essere stato realizzato su misura, in modo da posizionarlo su una delle vasche del lavello. In questo modo, sarà possibile lavare gli alimenti e tagliarli direttamente sul tagliere, senza occupare spazio sul piano di lavoro della cucina.

La sua altezza, inoltre, permette di posizionare un piatto piano a lato, in modo da farci scivolare dentro gli alimenti una volta tagliati.

Questo progetto di fai da te ha un livello di difficoltà basso, che lo rende ideale anche per i principianti. Per poterlo completare sarà necessaria una mezza giornata, anche se i processo di finitura con l’olio può richiedere alcuni giorni.

Per realizzarlo tu stesso dovrai seguire i passaggi indicati a continuazione.

1º.- Tagliare i pezzi

Iniziamo tagliando il pannello in legno: possiamo utilizzare una sega da tavolo, una sega circolare o un seghetto alternativo. Le misure dei pezzi dipendono dalle dimensioni delle vasche del tuo lavello, nel nostro caso sono di:

  • 53 x 40 x 1,8 cm per la parte centrale
  • 40 x 5 x 1,8 cm per le estremità

2º.- Incollare i pezzi

Successivamente, con l’aiuto della colla da legno incolliamo le estremità alla parte centrale; utilizziamo poi dei morsetti ad angolo per esercitare pressione e facilitare il fissaggio.

3º.- Colorare il tagliere

Il prossimo passo consiste nel decorare il tagliere attraverso l’applicazione di diversi smalti o tonalità. Delimitiamo le aree da colorare con del nastro adesivo, procediamo poi ad applicare il mordente o smalto della tonalità prescelta con un pennello.

Nel nostro caso, abbiamo scelto di abbinare il marrone e il color noce. In questo modo, oltre a mettere in risalto la venatura naturale del legno, è stato possibile dare una finitura decorativa e molto elegante al nostro tagliere.

Applicare una finitura con olio di tung

L’ultimo passaggio è l’applicazione di una finitura con olio di tung. La finitura ad olio è ideale per il legno che andrà a contatto con gli alimenti, poiché è uno dei più naturali che esista. Fornisce un tocco setoso e migliora la grana. Inoltre, l’olio riempie i pori del legno e si indurisce quando viene a contatto con l’ossigeno, andando a formare una pellicola protettiva che permette comunque al legno di respirare e di non soffrire a causa di variazioni di temperatura e umidità.

Abbiamo quindi scelto di applicare l’olio di tung. Quest’olio proviene dalle noci e semi dell’albero tung, che si trova principalmente in Cina. La sua caratteristica principale è che migliora la resistenza all’acqua e alle muffe del legno, oltre che all’usura. Ecco i passaggi per l’applicazione:

  1. Carteggiare la superficie con della lana d’acciaio a grana fine per ammorbidire il legno e facilitare la penetrazione dell’olio.
  2. Applicare l’olio su un panno per legno e passarlo su tutta la superficie. Si consiglia di applicare uno strato sottile.
  3. Attendere circa 30 minuti e rimuovere l’olio in eccesso con della carta assorbente.
  4. Trascorse un paio d’ore, ripetere il processo fino a raggiungere un minimo di tre strati. Ognuno di essi aumenterà il tono del legno e la sua resistenza.

Prima di poter utilizzare il tagliere dobbiamo quindi attendere che l’olio venga completamente assorbito e cristallizzi. Questo processo richiede alcuni giorni (tra 3 e 7), a seconda del tipo di legno e della sua umidità interna e quella esterna.

Possiamo sapere se il processo è completo provando a bagnare la tavola con acqua e controllando se le gocce non penetrano nel legno.

Una volta conclusi tutti i passaggi avremo completato il nostro tagliere e potremo iniziare ad utilizzarlo sulla vasca del lavello.

Oltre ad essere molto pratica e farci risparmiare spazio sul piano di lavoro, il suo design porterà un tocco di eleganza alla nostra cucina.

Per una buona manutenzione del tagliere, ricordati di pulirlo dopo l’uso e rinnova lo strato di olio una volta all’anno. In questo modo ti assicurerai che sia sempre come il primo giorno.

Come ti è sembrato questo progetto per realizzare un tagliere di legno? Se ti è piaciuto, non perderti questo su come realizzare un tavolo da cucina con bancali.

Condividi:

Rispondi