A nessuno fa piacere vedere le proprie piante riempirsi di afidi, o che appaiano altri parassiti. Per questo, dal blog di ManoMano vogliamo darti qualche consiglio per prevenire i parassiti e far crescere le tue pianti forti e sane.

1. Una pianta ben concimata, resiste meglio ai parassiti

Sapevi che gli insetti prediligono le piante più deboli? Per questo motivo, il nostro primo consiglio è di non dimenticare di concimarle con regolarità. Una pianta sana è molto meno attraente per loro e molto più produttiva per noi!

Puoi utilizzare un concime generico per piante da fiore o per quelle dell’orto. Ci sono concimi specifici per le rose, i gerani, addirittura per i bonsai. L’importante è seguire sempre le indicazioni del produttore, perchè anche un uso eccessivo di concimi e fertilizzanti può essere dannoso.

Gli afidi (nella foto qui sotto) preferiscono le piante ricche di azoto. Un eccesso di questa sostanza nutritiva può convertire quindi la tua pianta in un obiettivo per questi parassiti.

prevenire i parassiti

2. Controlla le tue piante regolarmente

Il controllo dovrebbe includere entrambi i lati delle foglie, alla ricerca di macchie, buchetti o piccole ragnatele. Più di una volta mi è capitato di scoprire che le mie piante avevano la mosca bianca passando e toccando senza volere le foglie.

Poco a poco impareremo a identificare i possibili problemi e ad applicare le rispettive soluzioni. Molti parassiti sono ciclici, si ripetono anno dopo anno, per cui non dobbiamo scoraggiarci. Proviamo ad essere positivi, da tutte le esperienze si impara qualcosa di nuovo e, se il prossimo anno si dovesse ripetere, sapremo già come comportarci.

3. Non tutti gli insetti sono cattivi

È interessante provare a identificare i tanti insetti che popolano il nostro orto o giardino e vedere che non tutti si nutrono delle nostre piante. Alcuni sono predatori, mangiano quindi gli insetti che attaccano le nostre piante, diventando degli amici benvenuti nei nostri spazi verdi.

In questo consiste il favorire la biodiversità. Ad esempio, un balcone in cui si coltiva solo un tipo di pianta appare come un paradiso per qualsiasi parassita specializzata in quel tipo di coltura. Chi coltiva un orto urbano lo sa bene, e per questo non dimentichiamo mai di coltivare determinate piante insieme a quelle orticole.

Il basilico respinge zanzare e mosca bianca, il nasturzio invece le lumache e le formiche.

4. Applica trattamenti preventivi

Puoi scegliere di trattare le tue piante quando riscontri un problema, oppure applicare prodotti specifici per evitarli. Se i tuoi gerani si ammalano tutti gli anni a causa di una farfalla che depone sulla pianta le sue uova… perché non provi a prevenirlo con un insetticida?

prevenire i parassiti

5. Segui attentamente le istruzioni di applicazione

Come quando il medico ci prescrive un antibiotico, con le piante dobbiamo seguire scrupolosamente le indicazioni riportate sulla confezione. Molti insetticidi sono efficaci sui parassiti adulti che sono sulla pianta, ma non agiscono sulle uova che possono schiudersi dopo 15 giorni. Se le istruzioni consigliano di ripetere l’applicazione del prodotto, ti consigliamo di farlo.

6. Attenzione agli eccessi di acqua

La maggior parte dei funghi appare per un eccesso di acqua. Possiamo averlo provocato noi innaffiando troppo o la natura stessa in seguito a molta pioggia.

In ogni caso, possiamo provare a prevenirli utilizzando un fungicida. Non ci sarà possibile evitare la pioggia, ma almeno proviamo a proteggerci dai funghi!

7. Una foglia secca non è sintomo di malattie

Se siete alle vostre prime esperienze con le piante, non spaventatevi al vedere una foglia che inizia ad ingiallire. No è necessariamente un segnale di malattia o di un problema della nostra pianta.

Durante la crescita e lo sviluppo di qualsiasi pianta, è normale che le sue foglie si rinnovino, come succede a noi con i capelli, cadono ma continuano a crescerne dei nuovi, non è vero?

In questi casi, osserva la posizione che occupa la foglia nella pianta. È una delle più grandi e vecchie? Se è così possiamo stare tranquilli, è arrivata alla fine del suo ciclo vitale.

Dovremo preoccuparci se la foglia in questione è nuova, tra le più piccole, se nasce con qualche deformità o di un colore strano.

Se notate nei vostri vasi foglie poco brillanti, in questi casi sarebbe conveniente utilizzare del chelato di ferro. Le foglie ci stanno dicendo che mancano di questo nutriente, che possiamo facilmente fornire loro aggiungendole al terriccio.

Speriamo che questi consigli vi siano di aiuto e vi permettano continuare ad avere il meglio dal vostro orto o giardino. Quali parassiti vi preoccupano di più e come riuscite a tenerli sotto controllo?

Aspettiamo di leggere i vostri commenti!

 

 

Leave a Reply