Condividi:

Ti piacerebbe sapere qual è il modo migliore per organizzare i tuoi vestiti nell’armadio? Con questo tutorial imparerai come organizzare un armadio per adattarlo alle tue esigenze e semplificarti la vita.

Gli armadi rappresentano un importante spazio di gestione e raccolta oggetti, se non viene sfruttato correttamente con una distribuzione interna funzionale risulta sprecato.

Per aiutarti nella sua organizzazione e gestire al meglio gli spazi, esistono una serie di accessori interni: appendiabiti, ripiani, cassetti, portapantaloni, scarpiere, ecc. Tuttavia questi articoli su misura risultano spesso molto cari.

Per questo motivo, questo tutorial ti mostrerà come organizzare un armadio realizzando tu stesso gli accessori interni su misura, senza pesare troppo sul tuo portafoglio.

Attrezzi e materiali

Costo, durata e difficoltà

Questo progetto si basa sull’organizzazione interna di un armadio a muro formato da un modulo a due ante con misura di 183 x 97 x 57 cm e un altro ad un’anta da 183 x 48 x 57 cm. Abbiamo realizzato differenti accessori interni, il costo dei materiali utilizzati è specificato di seguito:

  • Modulo organizer a varie altezze con due aste appendiabiti: 40 €
  • Cassettiera a 3 cassetti: 60 €
  • Portapantaloni da 6: 25 €
  • 4 ripiani: 15 €

Indubbiamente, il costo del fai da te risulta di molto inferiore inferiore se confrontato con gli articoli realizzati su misura da professionisti, ma anche rispetto agli accessori per armadi pronti da installare.

Il livello di difficoltà è medio: nonostante alcuni accessori siano facili da realizzare (come i ripiani personalizzati), altri, come la scarpiera, richiedono un po’ più di pratica nel fai da te.

Il tempo necessario per completare questo progetto potrà variare in funzione alle dimensioni dell’armadio e del tipo di accessori che si desidera realizzare. Per la cassettiera, ad esempio, sarà necessaria una giornata di lavoro, mentre il portapantaloni potrà essere completato in alcune ore.

Come organizzare un armadio

La configurazione interna di un armadio non dipende solo dalle sue dimensioni, ma anche da altri fattori, come:

  • Tipo di abbigliamento che andrà a contenere: stagionale, biancheria per la casa, vestiario femminile, maschile o misto, abiti di bambini…
  • Tipo di ante: a battente, scorrevoli, senza porte

Nel nostro caso si tratta di un armadio con ante a battente e con utilizzo misto. Per questo motivo, abbiamo disegnato un interno che si adatta a capi di abbigliamento di misure diverse. Ecco di seguito i passaggi che abbiamo seguito.

1º.- Modulo appendiabiti

Le aste appendiabiti sono un elemento essenziale in qualsiasi armadio, in quanto consentono di riporre vestiti senza stropicciarli. Per ottenere uno spazio per appendere i quasi 1,5 metri, il modulo a due ante è stato diviso in modo da ottenere una parte con altezza di 125 cm in cui appendere i capi di abbigliamento più lunghi (cappotti, abiti, …), e altri due da 91,5 e 90 cm per capi di abbigliamento di dimensioni standard.

Per realizzare quanto indicato, abbiamo tagliato una tavola lamellare per ricavare questi pezzi:

  • 2 da 48,5 x 50 cm per dividere il mobile verticalmente a diverse altezze
  • 1 da 90 x 50 cm per dividere l’armadio orizzontalmente nella parte centrale
  • 1 da 53 x 50 cm da posizionare nella parte inferiore sinistra 

Una volta tagliati i pezzi, ricopriamo i lati visibili con del nastro per i bordi. In caso non sia autoadesivo, sarà necessario applicarlo con un ferro da stiro per attivare l’adesivo con il calore.

Tieni presente che acquistare un’unica grande tavola lamellare risulta più economico di acquistarne molte piccole. Una sega circolare o un tavolo da taglio ti aiuteranno a realizzare tagli dritti su pezzi di grandi dimensioni. Un’altra opzione è acquistare pannelli più piccoli e regolare le misure con un seghetto alternativo.

Infine, con l’aiuto di staffe angolari potremo unire i pannelli tra di loro, taglieremo l’asta appendiabiti con il seghetto alternativo andando a ricavare due pezzi da 96 e 46 cm.

2º.- Cassettiera su misura

Le cassettiere per armadi sono molto utili sia per riporre i vestiti (magliette, pigiami, maglieria, ecc.), che per gli accessori (biancheria intima, calze, fazzoletti, …).

Per realizzare una cassettiera a 3 cassetti su misura per questo armadio abbiamo ricavato i seguenti pezzi di laminato:

  • 3 frontali per cassetti con misura di 43 x 17 cm
  • 6 laterali da 48 x 16 cm
  • 3 lati posteriori da 37 x 16 cm

Questi pezzi sono stati fissati con adesivo di montaggio ed è stato fissato poi con la graffatrice un fondo in MDF. Successivamente, abbiamo ricoperto i bordi visibili e avvitato una maniglia su ciascuno dei frontali.

Successivamente, abbiamo posizionato le guide telescopiche per cassetti. Ecco i passaggi da seguire:

  1. Estrarre la parte da avvitare al cassetto. Far pressione sulla leva interna e tirare la guida.
  2. Posizionare un pannello laterale per avvicinare la distanza causata dalla cerniera. Il pannello potrà essere fissato con colla per legno ad un’asse larga  3,2 cm.
  3. Avvitare il pezzo della guida ai pannelli laminati e al cassetto.
  4. Introdurre i cassetti nelle guide e far scorrere fino al «clic».

Tieni presente che la guida sporge di 1,3 cm, abbiamo quindi lasciato uno spazio equivalente dietro i frontali dei cassetti, in modo che rimangano nascoste.

3º. – Portapantaloni estraibile e ripiani su misura

Un portapantaloni è molto utile per mantenere in ordine e ben stirati i tuoi pantaloni. Se è estraibile come il nostro, sarà molto più semplice accedervi.

Per realizzare un portapantaloni estraibile è necessario come prima cosa tagliare un frontale con misura 44 x 7 cm, due laterali da 48 x 7 e una parte posteriore di 39 cm. Successivamente, andranno uniti i pezzi con colla o mastice e avvitati tra loro con delle staffe angolari nella parte inferiore. Sopra, andrà fissata un’asse con misure 48 x 1,8 cm su ciascun laterale.

Una volta ricoperti i bordi visibili, seguiremo i passaggi spiegati in precedenza per fissare le guide telescopiche e la maniglia.

Dopo aver inserito il portapantaloni, aggiungiamo dei listelli lunghi 38 cm da appoggiare sui laterali. In questo modo, per appendere un pantalone sarà sufficiente estrarre il listello e poi reinserirlo.

Questo sistema ti permetterà di lasciare più o meno spazio e potrà adeguarsi alla quantità di pantaloni che desideri appendere.

Questo modulo a un’anta verrà completato poi con alcuni ripiani da posizionare sopra il portapantaloni. I ripiani sono molto utili per posizionare maglioni e scatole per riporre i vestiti delle altre stagioni.

Per renderli più funzionali, dovrebbe essere mantenuta una separazione dai 20 ai 35 cm tra uno e l’altro. Non è consigliabile avere una lunghezza superiore al metro in quanto potrebbe risultare poi troppo pesante e cedere.

Nel nostro caso, abbiamo realizzato diversi fori per introdurre i supporti per i 4 ripiani posizionati ad altezze diverse.

Dopo aver concluso tutti i passaggi spiegati in precedenza, abbiamo ottenuto una distribuzione funzionale per sfruttare al meglio il nostro armadio.

Grazie a questa distribuzione, adesso c’è lo spazio per appendere sia i vestiti lunghi che le camicie. I ripiani permettono di mantenere in ordine maglioni e magliette, sopra inoltre possiamo mettere le scatole del cambio di stagione.

La cassettiera su misura è stata accessoriata con separatori e organizzatori interni per avere tutto in ordine.

Con il portapantaloni invece, i pantaloni sono perfettamente in ordine e non si stropicciano.

Un’opzione alternativa al portapantaloni può essere la realizzazione di una scarpiera. In ogni caso, speriamo che questo tutorial ti sia stato di aiuto e possa servirti da ispirazione su come organizzare un armadio con accessori su misura e adattati alle tue necessità.

Condividi:

Scrivi un commento