Condividi:

Chiunque abbia sofferto della presenza della cocciniglia sulle sue piante sarà d’accordo nel confermare che è uno dei parassiti più fastidiosi da eliminare. Per questo motivo, approfittando dell’inverno, condividiamo alcuni trucchi per evitare la cocciniglia in previsione della primavera.

Cos’è la cocciniglia?

La cocciniglia è un insetto che si nutre della linfa delle piante. Esistono molte varietà catalogate, però le più comuni in orti e giardini presentano due caratteristiche che le differenziano:

  • alcune hanno un guscio più o meno duro, che dà loro l’aspetto di una patella. Si posizionano su foglie e gambi e si comportano come dei veri vampiri parassiti, succhiando la linfa.
  • altre sono morbide, con un corpo dalla consistenza appiccicosa, cotonosa, o con piccoli canali (tipo delle strisce) che corrono dall’alto verso il basso. Si comportano nello stesso modo, ma sono relativamente più facili da eliminare non avendo una corazza.

Le avrai viste in rami di alberi, steli, nel fascio e nella parte inferiore di diversi tipi di piante. La foto accompagna questo articolo è stata scattata questa mattina e la pianta vampirizzata è un Cactus delle foreste (Epiphyllum x hybridus). Guarda il colore giallastro delle foglie più colpite, che hanno perso anche la loro tonicità. Oltre agli adulti (con forma di patella e chiamati anche pidocchi), troviamo anche le ninfee, allungate e molto più piccole.

In breve, una pianta che devo trattare con urgenza per evitare che il parassita si diffonda ulteriormente.

Perché la cocciniglia è pericolosa?

Perché non solo si riproduce rapidamente quando arriva il bel tempo, ma (come gli afidi) secerne melassa. Questa melassa è un liquido zuccherino che attira le formiche e, ciò che è peggio: la fumaggine. Questo fungo (simile a una polvere nera), impedisce alle foglie di realizzare la fotosintesi. Aggiunto ai danni che già provoca la cocciniglia, può ostacolarne la crescita e/o la fioritura, fino ad arrivare a uccidere la pianta.

evitare la cocciniglia

Cosa fare per evitare la cocciniglia?

Se ne troviamo alcune mentre controlliamo le nostre piante, possiamo provare a eliminarle manualmente, con le dita. Gli adulti con carapace sono più difficili da staccare di quelli con corpo morbido, ma non è un compito impossibile.

Possiamo utilizzare il sapone insetticida, che agisce ammorbidendo il carapace e pulendo la melassa che può essersi formata..

Se il contagio è importante, possiamo combinare l’uso del sapone insetticida con Olio di Neem, o utilizzare insetticidi anticocciniglia più potenti. Tutti questi prodotti vanno spruzzati, cercando di raggiungere tutte le parti della pianta colpita. Suggeriamo quindi di utilizzare un nebulizzatore a mano o una pompa a zaino se dobbiamo trattare un albero per evitare la cocciniglia.

La cocciniglia negli agrumi

Limoni, arance e mandarini possono avere problemi di cocciniglia in primavera. Dato che il parassita si riproduce abbastanza velocemente, può indebolire l’albero così tanto da lasciarlo senza foglie. Senza foglie, non è possibile la fotosintesi, e se l’albero non può alimentarsi, difficilmente darà fiori che daranno origine ai pregiati frutti.

Consigliamo vivamente di controllare questi alberi da frutto regolarmente, facendo attenzione alle foglie e al tronco. Le cocciniglie che appaiono sugli agrumi sono molto facili da identificare, in quanto sono di bianche, appiccicose e rigate. Viene chiamata cocciniglia scanalata.

Durante l’inverno, possiamo applicare un olio insetticida preventivo, che agirà sulla cocciniglia per asfissia. In questo modo possiamo ridurre le possibilità che l’insetto si riproduca e generi nuovi insetti.

Se si tratta di un problema che si ripete tutti gli anni, potete combinare l’olio con un insetticida specifico, que alargará el efecto del combinado. Non dimenticate di ripetere l’applicazione seguendo le istruzioni fornite dal produttore.

All’arrivo della primavera e con l’aumento delle temperature, fate attenzione all’arrivo delle formiche, che saliranno sugli alberi alla ricerca della preziosa melassa. Potete fermarle creando una barriera con un nastro trappola per insetti (una sorta di barriera adesiva in cui rimarranno attaccate).

E per evitare o combattere l’apparizione della fumaggine, potete utilizzare un fungicida. Ricordate che questo fungo appare solo se la colonia di cocciniglia è di dimensioni importanti e c’è una grande quantità di melassa. Vi raccomando di valutare l’applicazione a seconda dell’estensione del parassita.

Speriamo questi suggerimenti per evitare la cocciniglia vi permettano di risolvere i problemi e che le vostre piante e alberi siano in salute e diano tanti frutti!



Condividi:

Rispondi