Condividi:

Se c’è qualcosa che non può mancare nel laboratorio di un tuttofare è un tavolo o banco da lavoro. Con questo tutorial imparerai come creare il tuo banco da lavoro con ruote e su misura, sfruttando materiale riciclato.

Un banco da lavoro è uno degli elementi chiave di un’officina, può essere utilizzato come supporto per le tue attrezzature elettriche, per realizzare operazioni di assemblaggio, taglio, levigatura, ecc.

Il modo migliore per ottenere il massimo è realizzarlo su misura. Se in più puoi sfruttare materiale riciclato o dare una seconda vita ad oggetti in disuso, ancora meglio, risparmierai un sacco di soldi.

Attrezzi e materiali

Per realizzare un banco da lavoro con ruote, avrai bisogno di questi attrezzi e materiali:

Costo, durata e difficoltà

Il costo per realizzare tu stesso il tuo banco da lavoro dipenderà del legname che tu riesca a riciclare. Nel nostro caso, abbiamo utilizzato materiale di seconda mano e assi di bancali, spendendo circa 60 €. Acquistare il legname farà aumentare il costo fino a circa 120 €.

Questo progetto di fai da te richiede una certa esperienza nell’utilizzo dell’attrezzatura elettrica. Per questo motivo, lo abbiamo classificato con un livello di difficoltà medio e risulta ideale per gli amanti del bricolage alla ricerca di nuove sfide nelle loro creazioni.

Avrai bisogno di un giorno di lavoro per portare a termine la realizzazione del banco da lavoro, anche se potrà essere di più nel caso che il legno da recuperare sia deteriorato, come è successo nel nostro caso.

Come realizzare un banco da lavoro con ruote

Il vantaggio principale del costruire il tuo banco da lavoro con ruote è che potrai realizzarlo su misura:

  • Con una larghezza e lunghezza che siano adatte al tuo spazio di lavoro o laboratorio
  • A un’altezza in cui puoi lavorare comodamente e senza posture che caricano la schiena e le articolazioni

A questo proposito, l’altezza ideale di un banco da lavoro dipenderà dal tipo di lavorazioni che andrai a realizzare:

  • Per lavori di precisione l’altezza consigliata è tra 110 e 94 cm. Questo è il caso, ad esempio, della postazione di imballaggio di cui potrai trovare il tutorial in questo blog.
  • Tra 93 e 86 cm per i progetti che non richiedono l’uso di molta forza.
  • Da 85 a 71 cm per i lavori che richiedono forza o prevedono l’utilizzo di strumenti di taglio che vanno fissati sulla superficie del banco.

Tenendo conto delle raccomandazioni precedenti e dell’altezza del suo utilizzatore principale, il nostro banco ha un’altezza di 76 cm. Per la sua realizzazione abbiamo seguito questi passaggi.

1º.- Tagliare i pali

Il primo passo sarà quello di tagliare i pali che verranno utilizzati come gambe. Dal momento che il banco sarà lungo 180 cm, abbiamo tagliato 6 gambe da 63 cm per posizionarle ad ogni estremità, più due nella parte centrale. Per farlo, abbiamo utilizzato la troncatrice, nonostante sia stato necessario realizzare vari tagli a causa dello spessore dei pali utilizzati (lato da 10 cm).

2º.- Pulire e levigare il legno

Trattandosi di legno di seconda mano, il legno dei pali era in cattivo stato. Per questo motivo è stato deciso di limare il legno con la smerigliatrice e il dispositivo per la levigatura. Questa operazione produce abbastanza polvere, è quindi consigliabile proteggere sia le vie respiratorie che gli occhi.

Nonostante gli inconvenienti e il tempo impiegato, non possiamo negare che il risultato finale vale la pena. In questo modo siamo riusciti a recuperare la bellezza originale del legno e a far risaltare le sue venature.

3º.- Montare la struttura del banco

Il passaggio successivo consiste nell’assemblare la struttura del banco da lavoro. Andremo ad unire le 6 gambe con le assi, però ad incastro. In questo modo creeremo una struttura stabile e resistente, seguendo i passaggi indicati a continuazione:

  1. Effettuare una serie di tagli paralleli con la sega circolare, in modo che la profondità del taglio sia pari allo spessore dell’asse (2,1 cm) e la larghezza corrisponda a quella dell’asse (6,8 cm).
  2. Svuotare l’area di taglio con l’aiuto dello strumento multifunzione. Un’opzione alternativa è l’utilizzo di uno scalpello.
  3. Bisognerà tenere in conto che nelle gambe esterne, posizionate negli angoli, il legno sarà ribassato in 2 dei 4 lati.
  4. Tagliare 4 assi con lunghezza di 1,6 m de largo,  2 da 54 cm, 5 da 36 cm e 19 da 44 cm.
  5. Avvitare una cornice interna nella parte inferiore del banco, utilizzando una guida per fori.
  6. Fissare le assi alla struttura inferiore per realizzare un ripiano.

Nelle immagini a continuazione l’avanzare della costruzione del banco da lavoro, seguendo i passaggi indicati anteriormente.

Successivamente, capovolgiamo la struttura e fissiamo le ruote con freno. In questo modo otterremo maggiore libertà di movimento, dal momento che il banco è abbastanza voluminoso e pesante.

4º.- Montare la tavola del banco

Come tavola o parte superiore del banco, abbiamo riciclato una porta che aveva la parte superiore e inferiore leggermente danneggiate. Per risolvere il problema, abbiamo tagliato entrambe le parti con la sega circolare. In seguito, abbiamo aggiunto un profilo per rifinire i bordi.

Successivamente, abbiamo posizionato la struttura sulla parte inferiore della struttura e l’abbiamo fissata utilizzando delle piastre di giunzione.

5º.- Posizionare gli accessori del banco da lavoro con ruote

L’ultimo passaggio consiste nel posizionare una serie di accessori che renderanno più pratico il nostro banco da lavoro. Iniziamo avvitando una morsa da banco e, sul lato, fissiamo con il nastro adesivo una multipresa.

Una volta conclusi i passaggi indicati avremo terminato il nostro banco da lavoro con ruote e saremo pronti per iniziare con i nostri nuovi progetti di bricolage.

Le sue dimensioni ci permetteranno di lavorare con diversi attrezzi e di riporli sul ripiano quando non li utilizziamo.

La sua altezza è perfetta per lavorare in modo comodo e realizzare i nostri progetti di fai da te.

Cosa ne pensi di questo tutorial per realizzare un banco da lavoro con ruote? Come avrai notato, il fatto di aver utilizzato materiali di scarto non impedisce che sia pratico e funzionale come qualsiasi altro banco da lavoro. Adesso non hai più scuse, realizza anche tu il tuo banco da lavoro!

Condividi:

Rispondi