Condividi:

Quella di colorare le uova (quelle classiche di gallina) in occasione della Pasqua è senza dubbio una delle tradizioni più amate da grandi e bambini. Chi non ricorda i lunghi pomeriggi passati tra tempere e colori di ogni tipo a cerare fiori, animali e disegni astratti, sul guscio delle uova che i nostri genitori svuotavano con attenzione per permetterci di divertirci un po’. ll risultato che poteva uscirne allora, era in alcuni casi anche poco gradevole (era pur sempre il lavoro di un bambino), ma forse ancora non sapete che con qualche piccolo trucchetto creativo possiamo ottenere delle uova colorate esteticamente bellissime, perfette per creare centrotavola o decori pasquali di ogni genere, anche ora che siamo adulti!

In questo articolo in particolare vorrei raccontarvi come colorarle in modo completamente naturale e quindi con la possibilità di decorare anche delle uova sode da mangiare durante il pranzo di Pasqua! Andiamo a vedere come!

Occorrente:

  • uova di gallina (bianche)
  • coltello
  • bastoncino per spiedini
  • pentolino
  • nastro adesivo o washi tape
  • tisana allo zenzero
  • aceto di vino bianco
  • vasetti di vetro con tappo
  • fogli di carta

Procedimento:

Step 1: svuotare le uova

La prima cosa da fare, se il vostro intento è solamente decorativo, è quella di svuotare le uova senza romperle. Per farlo, create un piccolo foro sul fondo del guscio dell’uovo, e aiutandovi con un bastoncino per spiedini fate fuoriuscire tutto il contenuto dell’uovo. È un procedimento che richiede un po’ di pazienza ma permette di rovinare il meno possibile il guscio. Naturalmente tutto il contenuto delle uova è utilizzabile per farne frittate; mi raccomando non buttate nulla!

Come colorare le uova in modo naturale per Pasqua - Forare il guscio con un bastoncino per far fuoriuscire il contenuto dell'uovo
Forare il guscio con un bastoncino per far fuoriuscire il contenuto dell’uovo

Se invece volete realizzare delle uova edibili, cuocetele normalmente in un pentolino come uova sode, e in seguito spigherò meglio il da farsi.

Step 2: pulizia

Una volta svuotate le uova, lavatele per bene sotto l’acqua corrente e rimuovete completamente ogni residuo rimasto all’interno.

Lavare i gusci sotto l’acqua e farli bollire per eliminare la data di scadenza stampata

Di solito sul guscio dell’uovo sono stampate la data di scadenza e un codice a barre; per rimuoverli sarà sufficiente appoggiare l’uovo (completamente lavato) sulla superficie d’acqua di un pentolino, portata da ebollizione e poi spenta. In una decina di minuti, come per magia, vedrete sparire ogni scritta dal guscio delle vostre uova.

Step 3: nastri e washi tape

A questo punto asciugate per bene l’uovo e procuratevi del nastro adesivo. Può essere scotch, washi tape, nastro isolante e via dicendo, ma la cosa più importante e che sia molto forte perché dovrà aderire alla perfezione all’uovo.

Tagliatene alcune strisce e fissatele al guscio delle uova creando motivi geometrici (come nel mio caso) o qualsiasi altra cosa vi venga in mente.

Step 4: tisana

Potete quindi prepararvi una bella tisana! Sì, avete capito bene, perché è proprio con l’acqua della tisana che colorerete le vostre uova di Pasqua! Io ne ho scelta una curcuma e zenzero, perché volevo ottenere un bel colore giallo ed allegro, ma naturalmente potete utilizzare ingredienti diversi in base al colore che volete ottenere.

Qui di seguito vi lascio alcune possibilità:

  • uova marroni – caffè
  • uova rosa – mirtilli rossi
  • uova rosse – barbabietole
  • uova arancioni – bucce di cipolle rosse
  • uova blu – cavolo rosso
  • uova verdi – spinaci

Vi basterà bollire i vostri gusci con gli ingredienti scelti ed aggiungere un cucchiaio di aceto di vino bianco.

Step 5: in barattolo

Versate quindi il liquido della tisana in un vasetto di vetro riempiendolo fino quasi all’orlo, dopodiché immergetevi il guscio dell’uovo e chiudetelo con il suo tappo in modo che l’uovo vuoto resti in immersione.

Nel caso delle uova sode questo passaggio è ancora più semplice perché l’uovo pieno va a fondo e non avrete bisogno del tappo. Lasciate l’uovo a bagno per almeno 12 ore. Più tempo resta in immersione e più il colore diventa intenso; potete perciò creare uova con differenti gradazioni di colori in base al tempo del “bagno dell’uovo”.

Step 6: scopriamo il risultato

Trascorse almeno 12 ore togliete le uova dall’acqua e, delicatamente rimuovete le strisce di nastro dal guscio. In un attimo vedrete formarsi un bellissimo motivo geometrico nel contrasto tra il giallo della tisana e il bianco del guscio protetto dal nastro.

Colorare le uova in modo naturale per Pasqua - Rimuovere le strisce di nastro dal guscio
Colorare le uova in modo naturale per Pasqua – Rimuovere le strisce di nastro dal guscio

Lasciate asciugare le uova per qualche ora ed utilizzatele come più vi piace. L’esempio classico è quello di un centrotavola da esporre in occasione del pranzo di Pasqua, ma potete utilizzare anche le singole uova come segnaposto, magari inserendoci all’interno un messaggio augurale per i vostri ospiti, che al termine del pranzo dovranno rompere il guscio dell’uovo per scoprire cosa contiene. Se invece volete proporre un piatto più colorato, cucinate delle “uova sode decorate” da mangiare con salse e bagne.

Colorare le uova in modo naturale per Pasqua - Progetto concluso
Colorare le uova in modo naturale per Pasqua – Progetto concluso

Insomma, provate a tornare un po’ bambini decorando le vostre uova in modo semplice, naturale ed originale!

Tati’s Things

Ti è piaciuto colorare le uova in modo naturale per Pasqua? Guarda anche Profumare casa in modo naturale – Idee fai da te

Condividi:
Tati's Things
Autore

Rispondi