Categoria

Consigli

Categoria

Quante volte hai sprecato le bucce di mela, cipolle, bustine di tè, gusci d’uovo… ma da adesso è finita, si cambia vita! Di seguito, ti mostreremo come creare una compostiera fai da te e trasformare tutti questi rifiuti in compost organico. Non sai di cosa stiamo parlando? Non preoccuparti, ti spiegheremo punto per punto di cosa si tratta. Cos’è il compost Il compost è il risultato finale del compostaggio: un processo di decomposizione delle materie organiche in cui intervengono microrganismi, funghi, lombrichi e ossigeno. Ciò evita che i residui si decompongano e portino cattivi odori, permettendoci di creare un fertilizzante di ottima qualità noto come compost. Di cosa hai bisogno per realizzare il compost Materia organicaCompostieraTerraFoglie seccheUmidità e ossigeno Cosa puoi mettere nella tua compostiera fai da te Resti di frutta e verdura. (Per le bucce di banana e degli agrumi, si raccomanda limitare le quantità)Caffè e tè. Anche alcuni…

Oggi scopriamo una pianta fantastica da coltivare in interni, ecco come conoscere e coltivare la Peperomia: fa parte della famiglia delle Piperaceae, sopravvive bene in un’ampia varietà di condizioni ed è dotata di un fogliame sorprendente. Poiché non richiede particolari attenzioni nell’irrigazione, è il regalo perfetto per le persone sbadate che “si dimenticano di avere delle piante”. La maggior parte delle varietà provengono da climi tropicali e si comportano come piante perenni. Sebbene siano in grado di fiorire, sono coltivate principalmente per il loro fogliame. Compatte nell’aspetto, la maggior parte delle piante può essere coltivata senza problemi in piccoli vasi, poiché di solito non superano un’altezza di 20-30 cm. Devo confessare che acquistai la mia prima Peperomia pensando che fosse una pianta grassa. Molte varietà hanno infatti la capacità di immagazzinare acqua nelle loro foglie e steli, per questo sono da alcuni considerate come piante semi-grasse. Un punto a loro…

Se vuoi trovare rimedi naturali per alleviare mal di testa, stress, insonnia, problemi intestinali abbiamo la soluzione che fa per te: il giardinaggio. Se è già utile poiché, come abbiamo detto in altre occasioni, riduce i livelli di stress e ansia, oggi vogliamo mostrarti 10 piante medicinali che puoi avere a casa e che possono essere davvero utili per la tua salute. 1.Basilico Anche se fino ad oggi lo hai utilizzato solo per cucinare, il basilico ha molti benefici. Può aiutare ad alleviare il mal di testa, migliorare la digestione e l’insonnia, controllare la caduta dei capelli, migliorare il dolore alle orecchie … 2. Aloe Vera Come già saprete, l’aloe vera ha molte proprietà medicinali. Non solo è utile contro le ustioni, ma può ridurre l’elasticità della pelle, può ridurre i livelli di zucchero nel sangue nelle persone diabetiche e, tra l’altro, aiuta a curare la costipazione. 3. Melissa La…

Una delle cose più fastidiose dell’estate è l’arrivo delle odiose zanzare. Ma per fortuna, ci sono alcune piante che ci permettono di tenerle lontane dalle nostre case, terrazze e cortili. Queste piante anti zanzare hanno un aroma piacevole per noi ma in grado di infastidire e scacciare gli insetti. Prima di tutto vale la pena ricordare che le larve di zanzara crescono in acque stagnanti, anche se in piccole quantità. Sottovasi, piscine per bambini o la ciotola del tuo animale domestico diventano il luogo ideale in cui le zanzare femmine depongono le loro uova. Pertanto, il nostro primo consiglio è di controllare regolarmente questi contenitori, cercando di svuotarli o cambiare frequentemente l’acqua all’interno. Le larve sono visibili ad occhio nudo sulla superficie, dove nuotano fino a che non si trasformano in pupe e successivamente in zanzare adulte. Piante anti zanzare per giardini e terrazze Tutte le piante elencate di seguito…

Con l’arrivo del caldo e del bel tempo, chi non desidera alcuni giorni di relax? Però, se decidiamo di partire, cosa dobbiamo fare con le nostre piante? Oggi ti diamo alcuni consigli e soluzioni per innaffiare le piante quando sei in vacanze. Il fabbisogno di acqua e luce di ogni pianta Come prima cosa, facciamo il punto di ogni quanto tempo annaffiamo le nostre piante. Questo ci permetterà di scartarne già alcune. Dividiamo quelle che richiedono meno acqua ( se sarai fuori solo un fine settimana, sarà sufficiente un’innaffiatura leggera prima di partire per non dovertene più preoccupare) e da quelle che annaffiamo ogni uno o due giorni ( se partirai per un lungo periodo ti consigliamo di pensare a un sistema di irrigazione a goccia) Assicurati che, in tua assenza, ricevano la stessa luce che ricevono quando sei a casa Questo è un aspetto di cui solitamente ci dimentichiamo:…