Categoria

Consigli

Categoria

Nella preparazione dei nostri piatti, la cipolla è l’ingrediente base che non può assolutamente mancare. In questo articolo ti mostriamo come coltivare le cipolle partendo dalla piantagione dei bulbilli. Questo tipo di coltivazione risulta essere più facile rispetto a quella delle piantine di cipolla cresciute da seme poiché i bulbilli delle cipolle sono facili da maneggiare e non hanno bisogno né di essere sfoltiti né di essere trapiantati. Come coltivare le cipolle: La coltivazione delle cipolle mediante bulbilli è particolarmente adatta a quei tipi di terreno che tendono a divenire molto umidi durante l’inverno. Le cipolle coltivate da bulbilli, infatti, tendono a fiorire prematuramente nei casi in cui non vi sia un apporto costante di acqua durante la crescita. A primo impatto la coltivazione delle cipolle a partire dai bulbilli può sembrare svantaggiosa rispetto a quella da semi poiché da un bulbillo si ricava una sola cipolla. È però importante sottolineare che quello…

Quante volte vi siete ritrovati a dover organizzare una cena importante e nel bel mezzo della preparazione vi siete accorti di aver dimenticato l’ingrediente che avrebbe dato quel tocco in più per stupire i commensali? Coltivare erbe aromatiche in casa significa avere sempre a disposizione una fonte vitale di aromi e sapori: il loro profumo e il loro aspetto le rendono piante appariscenti e ornamentali; offrono fragranze, forme e colori che illuminano l’ambiente e lo rendono gradevole; in più sono piante poco costose, alla portata di tutte le tasche. Inoltre le erbe aromatiche sono un vero e proprio concentrato di principi salutari e una fonte di vitamine e sali minerali benefici per il nostro organismo. Citronella. Originaria dell’America sud occidentale, la citronella si usa con moderazione per dare sapore di limone alle pietanze; in medicina le sue foglie sono curative in caso di gonfiore e indigestioni, possono essere usate anche…

L’inverno sta arrivando! Secondo le ultime notizie, questo sarà uno degli inverni più freddi degli ultimi anni (Brrrrrrrr). Quindi preparate cappotti, sciarpe, cappelli e guanti per affrontare il gelo! Noi abbiamo la fortuna di poterci coprire ben bene, ma avete pensato al vostro giardino? Come potrà affrontare questo freddo inverno? Vogliamo suggerirvi qualche consiglio per aiutare il vostro giardino a resistere al l’inverno. Cominciamo dal fortificare il giardino Togliete le erbacce: Vi consigliamo di togliere le erbacce dal vostro giardino. Questo per evitare eventuali problemi durante la bella stagione. E’ preferibile togliere le erbacce in modo manuale, piuttosto che usare prodotti chimici: la natura vi ringrazierà! Areare il terreno: Almeno una volta all’anno, bisogna far areare il terreno. Questo perchè il giardino ha bisogno che acqua e aria penetrino bene al suo interno. Vi consigliamo di eseguire l’arieggiamento prima di seminare il prato: in questo modo i semi riusciranno a penetrare meglio…

“Ma dove ve ne andate, povere foglie gialle, come tante farfalle spensierate?” Trilussa L’autunno è la stagione fatta di piccole e infinite sfumature di giallo e di marrone. L’autunno è un quadro a cielo aperto. Ma si sa in autunno cadono le foglie… tante foglie. Oggi vogliamo darvi qualche consiglio su come bisogna comportarsi con le fastidiose foglie secche che ricoprono i nostri giardini. Perchè bisogna togliere le foglie? Innanzitutto bisogna sapere che le foglie cadute soprattutto sui sentieri, se si bagnano, possono essere molto pericolose poichè creano uno strato scivoloso. Inoltre, le foglie possono danneggiare l’erba e le piante del prato. Infatti, se le foglie venissero lasciate sul giardino, potrebbero marcire e compromettere la buona ricrescita del prato in primavera. Come raccogliere le foglie? Vi proponiamo una serie di utensili dei quali non potrete proprio fare a meno per eliminare il problema delle foglie secche. Per le…

Nel mese di settembre comincia la vendemmia e tutte i vigneti d’Italia si preparano a celebrare questo grande evento. Il vino è una delle principali ricchezze del nostro Paese. Andiamo a scoprire il percorso del vino: dalla terra alla bottiglia. Che cosa significa vendemmiare? Per vendemmia si intende l’operazione di raccolta dell’uva da vino. Durante tutto l’anno, il vigneto viene curato e potato attentamente. La vendemmia comincia quando l’uva ha raggiunto il giusto livello di maturazione. Ma come si vendemmia? La vendemmia tradizionale si realizza manualmente: forbici in mano e tanta pazienza! Negli ultimi anni, però, abbiamo assistito ad una meccanizzazione della vendemmia: le macchine hanno sostituito il lavoro umano rendendo il lavoro più veloce. Questo si è verificato soprattutto nei grandi vigneti. Quando si vendemmia? La vendemmia si realizza nei mesi di settembre ed ottobre, a seconda della zona geografica e delle condizioni metereologiche. Esistono inoltre diverse tipologie di…