Categoria

Giardino

Categoria

Realizzando questo scaldabagno solare fai da te, potrai riscaldare la tua piscina per approfittarne più a lungo! Esistono diverse soluzioni che ti consentono di guadagnare gradi preziosi ma uno dei metodi più economici consiste nello sfruttamento di un’energia completamente gratuita e non inquinante, una sorta di regalo caduto dal cielo: l’energia solare! Ecco una buona notizia: puoi realizzare un tuo scaldabagno solare fai da te utilizzando dei materiali semplici da reperire e senza metter mano (troppo) al portafoglio! Materiale per realizzare uno scaldabagno solare fai da te Per realizzare lo scaldabagno solare, ti occorreranno: un pannello di legno da 1×1 m (nel nostro caso abbiamo scelto due pannelli OSB idrofughi e assemblati insieme, ma puoi scegliere altri materiali o riciclare il legno dei pallet per realizzare la base dello scaldabagno solare)50 m di tubo (nel nostro caso abbiamo utilizzato un tubo PEX rosso da 16 mm in grado di limitare…

Vuoi delimitare il perimetro di un orto o di un’area giochi per bambini senza però sacrificare l’estetica del giardino? Costruire una staccionata è la soluzione! In questo articolo ti mostreremo passo dopo passo come costruire una staccionata con bancali in legno.Facile, economica e funzionale! Materiale per costruire una staccionata con bancali Per realizzare la tua staccionata con bancali in legno, ti occorreranno: legno dei palletviti in acciaio inox Ø5 30 cmcarta abrasiva una matitauna rigaun metro a nastrouna calcolatrice (a meno che non sei un genio in matematica) e i seguenti attrezzi: un seghetto alternativoun avvitatore Come realizzare una staccionata con bancali? Per costruire questa recinzione utilizziamo il legno dei pallet. Idea perfetta: potrai recuperare i pallet gratuitamente nelle aree parcheggio delle zone commerciali o nei pressi dei cantieri, e smontarli per ottenere il legno. Trucchetto per risparmiare tempo In questo caso noi abbiamo preso i pallet da 120 cm…

Il decoro del giardino in Giappone zen è un arte importante quanto quella del tè o della calligrafia. Il giardino giapponese è un’oasi di relax caratterizzata da specchi d’acqua e rocce muschiate, oltre a diversi elementi decorativi: ishi-dōrō (lanterne in pietra lavica), pagode, ponti, statuine e fontanelle basculanti chiamate shishi-odoshi. Queste fontanelle sono facilmente riconoscibili: il loro suono secco, in origine destinato a spaventare i cervi, rompe il silenzio del giardino. Ecco un tutorial per realizzare passo dopo passo la tua fontana in bambù. Non ti garantiamo che il gatto del vicino si spaventerà come i cervidi nipponici, ma sicuramente sarà un elemento decorativo ideale per conferire un tocco zen al giardino. Ikuze! (“Andiamo!” in giapponese) Come funziona questa fontanella basculante in bambù? La shishi-odoshi è costituita da un tubo di bambù che si riempie d’acqua e oscilla fino al punto di equilibrio. Questo tubo è poggiato su una roccia…

Le Tillandsie sono piante straordinarie che non necessitano di terreno e traggono il loro sostentamento direttamente dall’umidità dell’aria. Grazie a questa caratteristica, che è valsa loro il soprannome di “figlie del vento”, le piante aeree sono in grado di portare un tocco di verde in ogni angolo di casa, nelle pareti, ai lati di finestre, in bagno… Sarà sufficiente posizionarle in sospensione su un vaso. In questo articolo scoprirai come creare un vaso sospeso ideale per piante aeree con l’aiuto di un modello dallo stile contemporaneo ispirato al design scandinavo. Materiale per realizzare il vaso sospeso per piante aeree Per fabbricare il supporto per piante aeree, avrai bisogno di: 2 metri di tubo di ottonefilo metallicouna sega manuale per metallitronchesi Qual è il diametro consigliato per i tubi di ottone? Per preservare l’aspetto sospeso della pianta, consigliamo di scegliere dei tubi di ottone sottili, con un diametro compreso tra 2…

Ti stai chiedendo perchè costruire una mangiatoia per uccelli fai da te? Se le temperature rigide ci scombussolano, spesso gli uccellini si trovano nella nostra stessa situazione e talvolta faticano a trovare cibo e un riparo in un ambiente che subisce costantemente gli effetti dell’attività dell’uomo. Per questo motivo, è importante accoglierli nel nostro giardino. In questo articolo troverai consigli sulla loro alimentazione e ti guideremo passo dopo passo nella costruzione di un nido e di un beccatoio per gli uccellini. Un sogno passare l’inverno al caldo per volare in libertà con le proprie ali all’arrivo della primavera! Di cosa si nutrono gli uccellini? La Lega Italiana Protezione Uccelli (LIPU), che si occupa della loro protezione, raccomanda di nutrire i nostri amici piumati specialmente nella stagione fredda caratterizzata da temperature rigide.Potrai dar loro da mangiare da novembre a fine marzo, iniziando l’alimentazione con l’arrivo dei primi ghiacci, ma si sconsiglia…