Autore

Bricoydeco

Browsing

Sostituire il rubinetto del lavabo è una semplice operazione idraulica che puoi realizzare da solo seguendo i passaggi di questo tutorial. Ti forniremo alcuni trucchi e consigli per fare in modo che tutto proceda perfettamente. In circa un’ora sarai in grado di utilizzare il tuo nuovo miscelatore, risparmiando sui costi di installazione. L’uso quotidiano del rubinetto del lavabo ne comporta l’usura, che può richiederne la sostituzione con il passare del tempo. Possiamo anche decidere di rinnovarlo per questioni estetiche (graffi, design antiquato…). In ogni caso, si tratta di un’attività idraulica alla portata di tutti, che può essere eseguita senza necessariamente avere esperienza nel settore e senza comprare molti attrezzi o materiali. Questo tutorial ti mostrerà tutti i passaggi per sostituire un rubinetto monocomando, oltre ad alcuni suggerimenti per eseguire questa attività con successo. Attrezzi e materiali Rubinetto per lavabo con kit di montaggioChiave a tuboChiave ingleseCacciavite Costo, durata e difficoltà…

La carta da parati può essere utilizzata per dare nuova vita agli ambienti, non solo sulle pareti, ma anche ad esempio sui mobili, per fornire un tocco personale e originale alla tua casa. Di seguito vedremo insieme alcune idee per scegliere la carta da parati, esaminando i vari tipi disponibili e più adatti a seconda dei possibili usi. Nonostante possa sembrare a primo impatto un po’ antiquata, la carta da parati sta invece tornando di moda, soprattutto per la decorazione. La prima cosa che viene in mente pensando alla carta da parati sono le pareti tappezzate, ma noi di ManoMano adoriamo sperimentare, ecco quindi alcune idee e immagini che rappresentano esempi di utilizzi differenti per questo materiale: 1. Decorare mobili 2. Cambiare la testiera del tuo letto 3. Realizzare quadri 4. Dare un tocco originale alla scala 5. Dare vita e colore a una porta 6. Foderare una scatola Come…

A nessuno piace la muffa, però capita ed è capitato a tutti, purtroppo non è affatto infrequente, dato che la muffa che vediamo crescere sulle pareti del bagno si alimenta dei resti di sapone che rimangono dopo la doccia. Uno dei nostri obiettivi è farti sentire a tuo agio in casa e abbiamo pensato oggi di darti alcuni consigli per eliminare rapidamente la muffa dal bagno, utili in caso noti alcune zone scure in bagno, e altri consigli per evitarne la formazione. Come evitare che si formi la muffa? Installa un aspiratore in bagno, accendilo mentre fai la doccia e lascialo in funzione un’altra mezz’ora dopo aver finito.Se non disponi di aspiratore, dopo la doccia asciuga con uno straccio o un asciugamano le superfici umide (pareti, specchio, soffitto…)Sigilla le fessure e le eventuali crepe nelle mattonelle per evitare infiltrazioni d’acqua.Apri porte e finestre del bagno dopo la doccia, in modo…

Ti piacerebbe avere un tuo orto urbano a casa, ma non hai lo spazio? Un tavolo di coltivazione risolverà questo problema e ti permetterà di avere frutta e verdura biologica senza uscire di casa. Se stai cercando un tavolo di coltivazione economico e che possa adattarsi ai tuoi spazi, non perderti questo tutorial passo dopo passo. Ormai nessuno dubita più dei vantaggi che derivano dal consumare frutta e verdura non trattati con prodotti chimici che, a lungo termine, risultano dannosi per la salute. Ma non è l’unica ragione importante per decidere se avere un proprio orto urbano, dato che potrai beneficiare di: Verdure più saporite, «come quelle di una volta»Attività rilassante e motivante, per staccare dallo stress quotidiano e lasciarsi emozionare dai primi germogliApprendimento su come funziona il ciclo vitale di frutti e ortaggi Tuttavia, non avendo tutti a disposizione un terreno o uno spazio ampio per poter coltivare il…

Con l’arrivo del caldo e del bel tempo, chi non desidera alcuni giorni di relax? Però, se decidiamo di partire, cosa dobbiamo fare con le nostre piante? Oggi ti diamo alcuni consigli e soluzioni per innaffiare le piante quando sei in vacanze. Il fabbisogno di acqua e luce di ogni pianta Come prima cosa, facciamo il punto di ogni quanto tempo annaffiamo le nostre piante. Questo ci permetterà di scartarne già alcune. Dividiamo quelle che richiedono meno acqua ( se sarai fuori solo un fine settimana, sarà sufficiente un’innaffiatura leggera prima di partire per non dovertene più preoccupare) e da quelle che annaffiamo ogni uno o due giorni ( se partirai per un lungo periodo ti consigliamo di pensare a un sistema di irrigazione a goccia) Assicurati che, in tua assenza, ricevano la stessa luce che ricevono quando sei a casa Questo è un aspetto di cui solitamente ci dimentichiamo:…