9 risultati

semenzai

Cerca

È giunto il momento di far germinare e crescere tutti i tipi di piante, ti suggeriamo di creare il tuo semenzaio con qualcosa di comune come la carta da giornale. Resiste perfettamente all’umidità, utile perché ci consente di riciclare e sono facilissimi da realizzare, tienila presente come attività da svolgere con i bambini! Cosa sono i semenzai I semenzai sono recipienti di piccole dimensioni che ci permettono di seminare qualsiasi tipo di seme. Vanno riempiti con terriccio per la semina, si aggiungono i semi e si lascia crescere la pianta fino a quando non raggiunge le dimensioni adatte per trapiantarla nell’orto o nel giardino. Si trovano in commercio di diversi materiali: vassoi riutilizzabili con alveoli in plastica o polistirolo, vasetti di torba pressata, con o senza coperchio per mantenere costanti umidità e temperatura, ecc. I semenzai in carta di giornale sono un’alternativa ugualmente efficace ma molto più rispettosa dell’ambiente essendo…

È giunta l’ora di preparare il semenzaio per le piante che ci accompagneranno durante primavera ed estate. Ecco alcuni trucchi per realizzare con successo il tuo semenzaio. Materiali: Semi Terriccio Vassoi con alveoli Vaporizzatore 1 – Verifica che sia il momento migliore per seminare Le bustine di semi normalmente riportano un grafico in cui il produttore specifica la stagione per la coltivazione di ogni varietà. Infatti, la temperatura può condizionare totalmente la germinazione dei semi. Per questo, può essere di aiuto utilizzare un germinatore elettrico, che creerà le condizioni necessarie per accelerare il processo. Normalmente puo preparare il tuo semenzaio in vassoi ad alveoli, o in vasetti preparati per lo scopo. I semi sono così piccoli che è più semplice tenerli sotto controllo in questo modo. Immagina dei semi (como quelli in foto) dispersi nell’immensità della terra, nell’orto o nel giardino. Come potremmo essere sicuri che quello che sta nascendo…

Oggi scopriamo una pianta fantastica da coltivare in interni, ecco come conoscere e coltivare la Peperomia: fa parte della famiglia delle Piperaceae, sopravvive bene in un’ampia varietà di condizioni ed è dotata di un fogliame sorprendente. Poiché non richiede particolari attenzioni nell’irrigazione, è il regalo perfetto per le persone sbadate che “si dimenticano di avere delle piante”. La maggior parte delle varietà provengono da climi tropicali e si comportano come piante perenni. Sebbene siano in grado di fiorire, sono coltivate principalmente per il loro fogliame. Compatte nell’aspetto, la maggior parte delle piante può essere coltivata senza problemi in piccoli vasi, poiché di solito non superano un’altezza di 20-30 cm. Devo confessare che acquistai la mia prima Peperomia pensando che fosse una pianta grassa. Molte varietà hanno infatti la capacità di immagazzinare acqua nelle loro foglie e steli, per questo sono da alcuni considerate come piante semi-grasse. Un punto a loro…

Ti stai chiedendo come scegliere una serra? Ecco come fare! Una serra è una struttura che protegge le piante dal freddo e dal vento e che, allo stesso tempo, consente il passaggio dei raggi solari. Si può utilizzare per la coltivazione a terra, per proteggere le piante dalle intemperie o per avanzare alcune colture che potranno svilupparsi grazie alla sua protezione. Ho davvero bisogno di una serra? Credo sinceramente che l’esperienza avuta con le tue piante negli scorsi inverni possa esserti d’aiuto per rispondere a questa domanda. Se sei rimasto con la voglia di coltivare alcune verdure perché faceva troppo freddo, o se ti sono morte alcune piante a causa delle temperature troppo rigide, la risposta è sì. Una serra ti permetterà non solo di proteggere le tue piante dal freddo, ma anche da neve, grandine, pioggia persistente e persino avanzare alcune colture grazie alle temperature più elevate che si…

Novembre è già arrivato e con lui freddo e piogge. Ma questo non significa che devi smettere di goderti i colori del tuo giardino e le piante del tuo orto. Vediamo cosa piantare a novembre e quali piante proteggere dalle basse temperature. La cura del giardino in novembre Proteggi le radici delle tue piante, alberi e arbusti più sensibili con del pacciame. Utilizza uno stato di corteccia di pino, che impedirà inoltre la crescita di radici avventizie. Riduci drasticamente l’irrigazione a meno che non siano ancora arrivate le piogge nella tua zona. Se solitamente innaffiavi al tramonto, adesso meglio farlo al mattino presto. Quando sorge il sole, le temperature si alzano ed eviterai così il rischio di gelate che potrebbero influire sulle radici delle tue piante. Puoi potare le rose, eliminando tutti i rami secchi, quelli che crescono verso l’interno o che si incrociano con altri. Utilizza dei guanti spessi…