Il blog del fai da te di ManoMano.it

6 ortaggi da coltivare in vaso

Il Calendario dell’Orto” ci svela i segreti per coltivare  in vaso alcuni ortaggi, perfetti per tutti quelli che non hanno a disposizione un giardino.

Ecco una serie di schede pratiche su come coltivare in vaso ortaggi che normalmente compriamo dall’ortolano.

La semina è una delle primissime attività che l’uomo abbia fatto su questo pianeta. Non è necessario possedere un pezzetto di terra per raccogliere un ortaggio fresco da mangiare. Anche in un appartamento possiamo seminare. Usando un semplice vaso si può ottenere la soddisfazione di cogliere, con le proprie mani, il frutto che alimenterà il nostro organismo.

1 – Anguria nana:

coltivare in vaso

Quando la temperatura inizia a salire intorno ai 20°, si potrà procedere alla semina di questa piccola ma gustosissima anguria. Si comincia piantando 3 o 4 semi nell’apposito vaso, e dopo la germinazione della prima piantina, si selezionerà solo la più forte.

Semina:

Per ogni pianta è necessario un vaso capiente circa 40 litri e con profondità di 60 cm che dovrà essere posto in un luogo molto soleggiato. Servirà inoltre un sostegno robusto e alto circa 120 cm per poter sostenere il peso dell’anguria. Solitamente il raccolto avviene entro 80-90 giorni dalla semina. L’anguria predilige terreni sciolti e ricchi di sostanza organica, con pH tra 6 e 7.
È un frutto che richiede tantissima acqua, quindi nelle giornate torride conviene bagnarla anche due volte al giorno.

2 – Pomodorino giallo nano:

coltivare in vaso

Questa varietà di pomodori chiamata “Tumbling Tom Yellow” è molto adatta alla coltivazione in vaso, sia a terra che in un cesto sospeso: infatti, i frutti scendono a cascata per quasi 50 cm. Il cespuglio è compatto. La pianta è meno vigorosa di quella rossa, ma molto prolifica. Questi pomodori solo deliziosamente dolci e succosi.

Semina:

Metti i semi sulla superficie di un terreno ben drenato e umido e copri con una spolverata di compost. Lascia che i semi germinino dentro ad un piccolo contenitore (8-14 giorni), cercando di mantenere una temperatura costante di circa 15-20 gradi.
Quando le piantine iniziano ad avere almeno due foglie, mettile in un vaso. Il periodo di semina è tra aprile e maggio all’aperto.

3 – Zucchina tonda

COLTIVARE IN VASO

Questo tipo di zucchina è molto decorativa e soprattutto adatta per poterla coltivare in vaso. Esistono diverse varietà di zucchine tonde, ma le più conosciute sono le “Tonde di Piacenza” e le “Tonde Chiaro di Nizza“.

Semina:

La semina si effettua da aprile fino ad inizio maggio. Fai germogliare i semi in un semenzaio e trasferiscili in un vaso con terra quando avranno raggiunto almeno 8 cm di altezza.
Il vaso deve essere largo almeno 35 cm e profondo 20 cm. Sono importanti i fori sul fondo dei vasi per evitare i ristagni d’acqua.
Le zucchine amano un suolo ben esposto al sole: collocali inoltre in una zona bene arieggiata. Non coltivare più di una piantina per vaso e in 40/60 giorni comincerà a produrre i primi frutti, continuando per almeno due mesi.

4 – Carota tonda di Parigi

coltivare in vaso

Sono normalissime carote la cui radice (la parte che mangiamo), non si sviluppa in lunghezza ma in larghezza, prendendo la forma di una trottola. Proprio per questo motivo, si presta particolarmente alla coltivazione in vaso: infatti, più è lunga la carota, più ci serve un vaso profondo affinché possa crescere bene. Con la carota tonda questo problema si risolve!

Semina:

Si consiglia di seminarla alla profondità di 1 cm da febbraio ad agosto, e alla distanza di 4-5 cm l’una dall’altra. La raccolta avviene tra giugno e febbraio con maturazione in circa 95 giorni dalla semina.

5 – Insalata lattuga

coltivare in vaso

La lattuga ama l’esposizione solare ma riesce molto bene ad adattarsi anche in zone d’ombra, in cui prende la luce solo qualche ora. Sarà pronta per essere raccolta quando le foglie avranno dimensioni idonee e saranno di un color verde intenso. È importante, al momento del raccolto, tagliare a 2-3 cm dal colletto, affinché possa ricrescere più volte.

Semina:

Il vaso deve essere grande almeno 30 cm di diametro e profondo 25 cm. Ama un terreno profondo e ricco di humus. Una volta preparato il terreno, poni i semi sulla terra in file un po’ distanti l’una dall’altra e ricoprili con un leggero strato di terriccio. Non annaffiare troppo. Il periodo migliore per la semina è tra metà aprile e i primi di maggio e la durata di coltivazione è di circa sei settimane.

6 – Peperone dolce giallo micro

coltivare in vaso

I peperoni, come i pomodori, amano l’esposizione solare. Vari tipi sono adatti per poterli coltivare in vaso, come per esempio il Yellow mini bell Pepper. Sono peperoni che raggiungono un diametro di circa 5 cm. I peperoni andrebbero seminati in fase di luna crescente.

Semina:

Il vaso migliore dovrebbe essere di terracotta, perché mantiene più costante l’umidità. È importante anche la capienza, circa 30x30x30 cm. Il peperone ama i terreni soffici e ben drenati, leggermente acidi. Si può aggiungere sabbia di fiume per rendere meglio areato il vaso. I peperoni necessitano anche di abbondanti annaffiature. Dopo circa 75 giorni dal trapianto, si potranno raccogliere i frutti.

 

Buona semina a tutti!

Scopri come preparare il tuo semenzaio!

Come preparare il tuo semenzaio

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: